L’importanza del riciclo: seconda parte

0
136

Il recupero dell’ alluminio

Mentre il mondo si divide tra gretiani e anti-gretiani in un gioco che a noi pare demenziale, noi proviamo, con semplicità, a dare suggerimenti su come conportarci nel quotidiano, quando ci accorgiamo di produrre chili di rifiuti. 

La raccolta differenziata è uno degli aspetti più importanti. Uno degli elementi di cui tener conto è l’alluminio.

L’alluminio è un importante metallo non ferroso, considerato Ideale per gli imballaggi e per isolare da luce, aria e microrganismi. È ampiamente utilizzato grazie alla sua leggerezza, lavorabilità, non tossicità e resistenza all’ossidazione.

Come tutti i materiali anch’esso rientra in un suo ciclo di smaltimento ed è riciclabile e riutilizzabile una volta proveniente da raccolta differenziata. In alluminio sono le lattine per bevande, le scatole per alimenti, le bombole aerosol, le chiusure per bottiglie e vasi, i tubetti, le vaschette, i fogli sottili, gli involucri e tutte quelle realtà legate agli imballaggi.

L’alluminio di fatto non deve e non può essere considerato un rifiuto, si tratta dinun materiale che resta prezioso anche dopo l’utilizzo, in quanto riciclabile tramite fusione, processo in grado di dar risparmiare il 95% dell’energia utile a produrlo.

Ma come va trattato l’alluminio?

Una volta differenziato l’alluminio viene spedito all’impianto di separazione per il primo trattamento dove vengono separati i metalli magnetici, la plastica, il vetro. Si procede poi alla pressa e alla creazione delle balle che poi vengono portate in fonderia. Previo controllo qualità vengono pre-trattati a 500 °C  così da eliminare vernici o sostanze estranee aderenti. La fusione avviene in forno alla temperatura di 800 °C, per ottenere alluminio liquido che viene trasformato in lingotto.

Il riciclo dell’alluminio crea vantaggi ecologici, attraverso un risparmio stimato del 90% di energia di produzione e del 100% dei materiali, ma anche economici poiché i costi legati a raccolta e riciclo sono inferiori rispetto ad una nuova produzione.