L’Estate Incerta il primo romanzo di Katia Vignoli sbarca nel Salento

0
406

Si sa che la stagione estiva con i suoi lunghi pomeriggi di luce, caldo umido invoglia quasi tutti al riposo, alla lettura di un buon libro magari sotto l’ombrellone per spegnere il brusio della gente in spiagge affollate, dove i bambini si rincorrono e si buttano sabbia, gli adulti gridano verso di loro e le onde pigre si infrangono sul bagnasciuga. Un estate incerta come il titolo del libro di Katia Vignoli, incerta come il tempo che stiamo vivendo.

Il primo romanzo di Katia Vignoli racconta questo nostro tempo, anzi racconta gli ultimi 50 anni con malinconia, dolcezza e con un scrittura leggera che ti trasporta lì nell’orto, un orto speciale non solo quello conosciuto dove crescono gli ortaggi, ma quello più profondo e dentro tutti noi. Un orto ( ortus ) tradotto letteralmente in ” Salire ” dal latino, che parla di nascita oppure in certi casi di rinascita, al sorgere oppure al risorgere di noi tutti. Il punto dove sorge il sole, il punto più importante fin dall’uomo delle caverne, da lì sorge la nostra stella benevola che ci porta luce, calore, vita ed in Italia proprio in questa terra si trova il primo luogo che bacia, la stupenda baia dell’Orte, contrazione proprio del latino nascere, sorgere.

La luce quindi è vita, speranza ed anche nei momenti più bui della nostra esistenza dobbiamo ricercarla ancora con più forza. Ho conosciuto Katia in un seminario di formazione professionale ed una cosa mi è rimasta nella mente ripetuta più volte nel corso dello stage ” In ogni cosa c’è una crepa e da lì che passa la Luce ” liberamente tratta dalla canzone di Leonard Cohen ” Anthem “. Insomma il primo romanzo di Katia Vignoli ” L’Estate Incerta ” è un romanzo da leggere e ri-leggere, ognuno troverà spunti di riflessione e momenti malinconici da ri-vivere attraverso i protagonisti del romanzo.

Con sconcerto e curiosità di chi la circonda, Lea decide di sostituire il piccolo giardino con un orto, a cui si dedica con incantata premura sotto il cielo di una stagione incerta, nello scenario di una campagna che sembra inseguire i fantasmi di un’identità e di un fascino ormai perduti. Intorno all’hortus, che esalta i prodigiosi colori della nascita contro le grigie tinte dell’abitudine, una piccola folla di varia umanità intreccia storie, umori, visioni di generazioni distanti e si abbraccia in una sinuosa e imprevedibile danza che la guiderà, attraverso la scelta dell’anziana Ester, di fronte all’azzurro vertiginoso del mare, dove nessun ramo e nessuna casa interrompono l’orizzonte e dove l’aria ha “l’odore forte, di femmina giovane”.

Katia Vignoli è psicoterapeuta, specializzata in medicina psicosomatica e giornalista. Docente della Scuola Quadriennale di Psicoterapia e della Scuola di Naturopatia dell’Istituto RIZA di Medicina Psicosomatica di Milano, scrive per i periodici Riza, collabora come free-lance ed altre riviste ed è autrice di pubblicazioni di settore.

Volto televisivo, oltre all’attività clinica, tiene da anni, per le aziende e per il pubblico, corsi di autostima, comunicazione, auto-realizzazione, ricerca del proprio talento, educazione alimentare, dieta psicosomatica. Sulla rivista Riza Psicosomatica, intrattiene un dialogo aperto con le lettrici con la rubrica “Dalla parte di lei”, osservatorio sul femminile.

Per le edizioni Riza ha pubblicato:

Collana “Curarsi con la natura – Curarsi con la psiche”:
“Reumatismi”
“Vertigini”
“Mestruazioni”
“Corso pratico di autostima” Vol. I, II, III
“Le donne ce la fanno sempre”

Adesso non perdete l’occasione di poter comprare e leggere e conoscere di persona l’autrice Katia Vignoli in visita nel Salento per la presentazione del suo primo romanzo ” L’Estate Incerta ” Cicorivolta edizioni, prima tappa mercoledi 4 settembre Circolo Ayni a Cutrofiano, nel magnifico giardino sensoriale che ospiterà l’evento al km 27 della strada provinciale 362 

ed il giorno dopo giovedi 5 settembre a Galatina presso il Caffè Lenee gallerie Teatro Tartaro via Principe di Piemonte.

Ad accompagnare l’autrice le magiche letture di Francesca Magnolo ed Anna Giaffreda. Non mancate il primo mini tour del Salento del romanzo dell’estate 2019, vi attendo numerosi.

Raimondo Rodia