Lei era

0
1531

ROSELLA LUBRANO

 

”  LEI…ERA  “

 

Forse avevi un cuore,

una dignità,

cosa ti ha fatto cambiare ?

La smania di possesso,

il sentirti un dio ?

Lei amava la vita

a piene mani,

credeva in te,

la notte si addormentava

tra le tue braccia

con il viso sui tuoi occhi,

Lei era Sole

nella magia di spazi aperti,

era Superluna nel cielo,

era Spiga di grano da baciare,

era Tramonto di passione,

Alba da vivere

ogni giorno,

era,

era,

era,

ora non è più,

è fredda essenza

tra tremuli sassi

schiaffeggiati dal vento

sotto il diluvio silente

delle stelle.