Le tue mani

0
381

Le tue mani

Non si può curare
ciò che Dio
non vuole guarire.
Inutile: piangere,
tormentarsi,
mangiarsi le dita.
Non si può amare
ciò che Dio
allontana dalla vita.
Colui che se n’è andato
di sera, all’improvviso,
lasciandoti in cuore,
mille spine.
Respiri l’aria di ieri,
gli stessi colori,
i medesimi profumi
e tutto appare: tetro,
disadorno, in bianco
e nero.
Non si può curare
ciò che Dio
non vuole guarire.
Resti intrappolata
al dolore che avvince.
E non speri più
di trasformare i sassi
in fiori.
La solitudine
in una cornice dorata.
Le tue mani
che mai più si apriranno
all’amore,
strette insieme
in un nodo scorsoio!

Maria Rosa Oneto

Foto Federica Messi