Le corde del tempo

0
301

Le corde del tempo

Vivere il presente, bella cosa.. ma l’infanzia, il passato e ciò che ti ha costruito ogni giorno, va sparendo.

Persone, oggetti, idoli, parte dei tuoi ricordi se ne vanno, muoiono vittime della fine, del consumo del tempo..e vorresti parlarne, vorresti raccontare.

Ma tu che ne sai di com’era? Fosse questo… più passa il tempo, più rischi di apparire patetico, soffocato dai ricordi e dalla malinconia.

In verita non si è patetici ma amanti del proprio tempo, il tempo del progetto, il tempo del gioco.

Quel tempo è accompagnato da volti, persone, che negli anni spariranno e non esisteranno più. E allora non potrai spiegarlo in modo esaustivo, chiaro, com’era…

Nessun novello potrà comprendere. Quel vecchio patetico che additavi da giovane, che parlava di guerra e lavori in corso, sarai tu.

Ma pensaci, poi così patetico non è, lui cerca rimandi al suo tempo che non c’è più e li cerca in te.

Ascolta l’anziano, prova ad entrare nella sua mente e nel suo cuore, connettendoti col suo tempo, provando a capire… potrà insegnarti molto.

Un giorno il tuo cuore sarà pieno di ricordi, saggezza, volti scomparsi, luoghi remoti. Quel giorno ti renderai conto di quanto la vita sia fatta di cicli.

Il confronto tra generazioni può regalare sogni, scoperte e regalare la gioia di presentare il proprio mondo a chi non vi appartiene, per nascita..

L.D.