Le bacche di Acai

0
1046

bacche

Oggi presento un altro alimento dalle ottime proprietà per,le bacche di acai. Si tratta di piccoli frutti di colore blu originari della foresta sudamericana. Sono parenti strette dei mirtilli con cui condividono molti antiossidanti. Per secoli sono state utilizzate dagli indigeni che ritenevano fossero fonte di coraggio e forza finché negli ultimi decenni sono state indagate le loro proprietà benefiche.Le bacche di Acai sono il frutto di una palma arborea – Euterpe oleracea, Fam. Arecaceae -, che raggiunge altezze di oltre 20 metri. Per fronteggiare le ingenti richieste dei suoi frutti, denominati Bacche di Acai,la pianta viene oggi estensivamente coltivata un po’ in tutto il Sud America.Simile ad un grande acino di uva nera, ma con meno polpa ed un solo seme, le bacche di Acai sono racchiuse in pannocchie di 700-900 elementi.

Proprietà e benefici

Sono molto ricche di antiossidanti e quindi protettive di tutto il sistema cardiocircolatorio.Contribuiscono ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue e contengono steroli vegetali, utili a salvaguardare vasi sanguigni.

Secondo alcuni studi, l’estratto ricavato dalle bacche di acai è utile per contrastare i germi che minacciano  l’organismo. Le bacche di acai vengono consigliate anche come dimagrante. Infatti uno studio condotto dal National Institutes of Medicine ha dimostrato che la polpa delle bacche  è in grado di ridurre gli effetti negativi di una dieta ricca di grassi.

Dalle bacche di acai viene estratto anche un olio portentoso per la pelle utile come rimedio antietà, questa funzione la si ottiene anche assumendole come alimento tanto che gli indigeni brasiliani la usano da secoli per la cura dell’epidermide. La sua utilità si ha anche in ambito digestivo, dove si utilizzano le bacche di acai sia come fonte di sollievo sia come disintossicanti per fegato e intestino grazie anche alle fibre vegetali. Sono inoltre anti-infiammatorie.

Ma la funzione più sorprendente di queste bacche è quella di essere utile in funzione anti-cancro:le bacche di acai proteggono le cellule di tutto il nostro organismo dagli attacchi dei radicali liberi dagli agenti esterni e secondo uno studio scientifico pubblicato dal Journal of Agriculture and Food Chemistry, i polifenoli contenuti nelle bacche di acai possono ridurre la proliferazione delle cellule cancerogene fino all’86%, annientandole prima che si moltiplichino. Sono inoltre molto ricche di vitamina C e di acido ellagico, un polifenolo antiossidante la cui combinazione supporta il sistema immunitario.

Le bacche di acai migliorano i livelli generali di energia del nostro organismo contrastando l’affaticamento e lo stress. Secondo alcuni studi preliminari, il loro consumo potrebbe essere utile per prevenire i sintomi tipici della menopausa e per migliorare la qualità dei rapporti sessuali, favorendo la circolazione sanguigna verso gli organi genitali, soprattutto per quanto riguarda gli uomini.

Dove si possono trovare?

I prodotti migliori vengono dal biologico. La loro assunzione viene facilitata dalla presenza  di succhi e integratori a base dei loro estratti, che possono essere acquistati in erboristeria. Il succo di acai biologico e puro al 100% ha più funzioni tra cui tenere il peso sotto controllo, proteggere il cuore e i vasi sanguigni e depurare l’organismo. Si possono poi trovare sotto forma di integratore naturale ad alta concentrazione che favorisce energia, metabolismo dei grassi e funzione visiva. I prodotti disponibili sul mercato sono solitamente costituiti da capsule vegetali che racchiudono un elevata quantità di estratto concentrato di bacche di acai. Infine la polvere di bacche biologica è considerata il miglior modo per integrare questo prezioso frutto nella propria alimentazione. Viene usata come dimagrante, ma è allo stesso tempo ricca di benefici per la salute grazie alle vitamine, antiossidanti, amminoacidi e sali minerali, tra cui troviamo calcio, potassio e fosforo. Per assumerla va disciolta semplicemente in una bevanda.

In conclusione su questo frutto sono stati svolti molti studi e molti sinceramente devono essere ancora validati in maniera definitiva, pero’, come spesso accade, si ha già certezza del fatto che la funzione di queste bacche sull’organismo umano e molto positiva a livello di sistema, quindi come per le sostanze di cui abbiamo parlato in precedenza è senz’altro consigliato l’utilizzo, ovviamente con equilibrio.

Alla prossima!

.