L’anomalia

0
360

Hervé Le Tellier
L’Anomalia

È anomalo per definizione questo libro ,un volume stratificato, la cui complessità è impossibile da sintetizzare.

Il libro si snodano in tre atti principali, ognuno di essi incastonati in una specifica cornice temporale in base agli eventi narrati: Nero, così come il cielo (marzo-giugno 2021), La vita è un sogno, dicono (24 giugno-26 giugno), La canzone del nulla (dopo il 26 giugno 2021).

Nella prima sezione del volume si conoscono i protagonisti, in diverse tappe della propria singolare esistenza, più o meno rilevanti, ma in egual modo collocate in un periodo compreso tra il marzo del 2021 e la fine di giugno dello stesso anno.

In comune, queste persone hanno un volo transoceanico da Parigi a New York avvenuto il 10 marzo, da tutti ricordato per una spaventosa e imprevista turbolenza, che ha fatto temere a passeggeri ed equipaggio per la propria sopravvivenza.

Eppure l’aereo è atterrato felicemente al JFK di New York e ciascuno è andato avanti per la propria strada, pur non dimentico di quelle ore di paura.
Undici personaggi sotto il focus dello scrittore, tra cui anche Victor Miesel, alter ego dello stesso Le Tellier

Qual è l’anomalia? Lo stesso aereo, con lo stesso equipaggio e gli stessi passeggeri nel giugno del 2021, precisamente centotre giorni dopo, ricontatta la torre di controllo di JFK con la voce del comandante Markle per avvisare della turbolenza in corso, mandando in tilt l’intero sistema per questo incredibile e inspiegabile accadimento.

Chiaramente le persone dell’aereo in questione sono ignare dell’esistenza di un proprio “doppio”. Tutto viene gestito in segretezza da CIA, FBI e quindi dagli alti stati dei governi statunitense, francese, cinese e russo.

La suspense la fa da padrona in questo romanzo e invoglia il lettore a procedere verso un finale da interpretare.
Le Tellier sembra voglia sfidare il lettore proprio nella pagina finale del libro in un gioco linguistico di alto pregio.

Talvolta il romanzo può sembrare dispersivo e un po’ complicato viste la particolarità della trama e la moltitudine dei personaggi e degli eventi in gioco ma alla fine tutto quadra .

Il libro è interessante, non sempre scorre veloce e a volte ho avuto l’impressione che non ci stavo capendo niente, ma l’ostinazione ad andare avanti mi ha premiata.

Anna