L’addio

0
133

È l’addio che non sopporto.
Non vivere o morire:
quello è gioco, lo so
e voglio giocare.
Mi spaventano il silenzio a venire,
gli occhi e le stanze vuote.

Le orecchie asciutte.
Le labbra secche di parole da dire.
Il tempo eterno che muore.
È l’addio che mi spaventa
perché non lascia scampo.
Lascia le mani vuote
piene di cuore.
Resta il vuoto e mi spaventa.

SM TDR 31/12/2021