La vita

0
380

E’ un pugile

che ti può mettere KO in un sol colpo.

E’ una bastarda

che ti può stroncare le gambe.

E’ un faro

che ti illumina il sentiero.

Sta a te giudicarla come meglio credi

ricordando che non c’è fretta;

hai tutta la vita per comprendere la vita

Alessandro Collufio

Commento

In questa breve poesia l’autore si ispira a “Soldati” di Giuseppe Ungaretti, cercando però di introdurre una innovazione: mentre infatti Ungaretti lascia un velo di mistero nella sua poesia (chiarito solo dal titolo), in questa poesia il discorso non solo viene contestualizzato grazie al titolo, ma viene ulteriormente precisato con l’ultimo verso della stessa.                                                                                                                               La poesia, la quale inizia con una visione pessimistica, lascia pian piano il posto all’introduzione del libero arbitrio (testimoniata dal verso:” sta a te giudicarla come meglio credi”) e a un consiglio: quello di vivere la vita lentamente e di godersi ogni giorno di essa perché c’è tutto il tempo per conoscerla, comprenderla e amarla.