La mia memoria

0
205

La mia memoria

Ho poche leghe
da mettere tra il mondo e il mattino,
ho poche leghe
per legare chi non ama più.
Ci vorrebbero centimetri di zucchero,
metri di comprensione,
cippi chilometrici di curiosità,
miglia aeree di curiosità
che tu non hai.
Che delusione,
bambino mio,
ti accontenti ancora dei giochi di parole del mondo che fu…
Che bruciò nelle sue ceneri
e in quelle degli innocenti
senza posto nelle filastrocche.
Pietà per la mia pietà chiedo.
Non ho vissuto abbastanza per vivere,
ma non posso vivere così poco
per dimenticare.
Ho l’orrore aderente alla pelle,
si riforma preciso a ogni battito di ciglia,
suda copioso e si cristallizza sull’idea che era la mia schiena.
Scuoto i capelli,
casualmente biondi.
Scuoto la vita,
casualmente mia.
Della memoria non cade neppure una goccia:
l’ho bevuta appieno.
È anche mia.
Susan Moore TDR 27/01/2020