La leggenda dell’orchidea, Il ragazzo orchidea, Grecia

5
2127

il ragazzo orchidea

-l’orchidea in Oriente rappresenta perfezione per la simmetria dei suoi petali con lo stelo e purezza (viene spesso regalata ai bambini)
-in Occidente invece è correlata all’amore, per la sua capacità di crescere ovunque, in ogni continente, a esclusione dell’Antartide.
-l’orchidea rosa è simbolo di affetto e amore e viene spesso regalata al 14° anniversario di matrimonio, mentre quella gialla o color crema è adatta per il 28°.
-Le profumatissime Cattleya amate da Proust sono associate all’avanzare dell’età e perfette per le donne mature
-quelle marroni scuro simboleggiano autorità e potere

C’era una volta in un regno lontano, lontano, in una capitale lontana, lontana un ragazzo bellissimo. Giovane, bello e focoso e a questo ragazzo, alla nascita, il nome che gli venne dato, fu Orchis. Costui era l’incrocio di una ninfa con un satiro. Dalla madre prese l’eterea bellezza, di cui tanto andava vantandosi, e dal padre il libido irresistibile.Venne il giorno in cui in quella lontana capitale, nel lontano regno si era tutti in festa per via dei festeggiamenti per Dioniso e in questi gioiosi giorni andavano cantando e ballando le sacerdotesse, e sventura fu, quando il ragazzo tentò di amare e amaliare una di loro, cosa proibitissima. E nonostante la sua provenienza gli garantisse un futuro impunibile, questo, non diede un fermo alla condanna che mise su di esso Dioniso: una morte dolorosa per via delle proprie bestie.Quegli dei impietositi dalla sua terribile fine, vollero rendere immortale la memoria di Orchis e dai suoi resti mortali fecero crescere una pianta di tal raro splendore, che nelle radici, ancora, il simbolo della virilità di colui che morì, per sempre rimase. Nacque così per una seconda volta Orchis o meglio detto orchidea. Il nome di tale, infatti, tradotto dal antico greco significherebbe “testicolo” e vien ricordato anche dalle forme degli stessi organi ipogei di alcune orchidee.

E questa è la nascita delle orchidee secondo l’antica Grecia!

E voi che ne pensate?

A. – fruttidiboscoblog –

5 COMMENTI