La leggenda dell’Orsa maggiore

1
7560

C’era una stella sola e limpida nel cielo colore di rose, un battello lanciò un addio sconsolato, e sentii in gola il nodo gordiano di tutti gli amori che avrebbero potuto essere e non erano stati. Cit. Gabriel Garcia Marquez.

Tanto tempo fa al tempo in cui si veneravano gli Dei c’era una ninfa dall’impareggiabile bellezza che risiedeva alla corte delle Dea Diana, signora delle selve, protettrice degli animali selvatici, custode delle fonti e dei torrenti, protettrice delle donne, cui assicurava parti non dolorosi, e dispensatrice della sovranità, o come molti altri la conoscono…Artemide.

Diana era una giovane vergine abile nella caccia, irascibile quanto vendicativa, era amante della solitudine e nemica dei banchetti…era solita aggirarsi in luoghi isolati.

Risultati immagini per diana divinità

In nome dell’amore aveva fatto voto di castità e per questo motivo si mostrava molto  protettiva, solo verso chi prometteva di mantenere la verginità (Come Ippolito e le ninfe) e si affidava a lei. Diana è gemella di Apollo o Febo ed è figlia di Giove e Latona.

Risultati immagini per artemide diana
Ci fu il giorno in cui tra tante bellezze protette da Diana, il grande Giove mise gli occhi su Callisto, innamorato da cotanta bellezza, prese le sembianze di Diana e l’avvicinò per poi sedurla.

Risultati immagini per diana e callisto

Passò il tempo e Diana si accorse che Callisto aspettava un figlio e quel figlio era di Giove (suo padre), la scacciò tra le furie.

Giunto il giorno del parto diede alla vita il figlio nel bel mezzo del bosco, a cui diede il nome di Arturo.

Giunone (moglie di Giove) assistendo alla scena, si infuriò così tanto che la condannò con una maledizione alla trasformazione in Orsa.

Risultati immagini per giove dio

Le tue bianche braccia hanno affascinato Giove, vero? Ecco, ora sono coperte di peli neri e ispidi, le tue mani delicate che hanno toccato il mio sposo diventano lunghe ed hanno unghie ricurve. Il tuo bel visino che l’ha stregato, si deforma e si allarga. La tua voce gentile non commuoverà più nessuno perché è diventata roca e fa solo paura. Solo la mente rimarrà quella di sempre, perché tu possa ricordare che non si inganna la moglie di Giove!

Divenuta animale, Arturo non la riconobbe più e con infinito dispiacere venne affidato a una famiglia di cacciatori, dove crebbe sano e forte, bellissimo, abile cacciatore.

Un giorno, nel bel mezzo di una caccia, incoccò una freccia e si preparò a colpire una grossa preda…ma quando ne incontrò lo sguardo… fu uno sguardo noto e amato, quello appartenente all’orsa Callisto.
Immagine correlata
La scena non rimase inosservata agli occhi di Giove che ne assistette dall’Olimpo, e quando vide gli sguardi cercarsi, fermò la mano del ragazzo prima che potesse scagliare la sua freccia contro colei che era sua madre e che lui stesso amava e li elevò in cielo, attirandoli a sè.

Risultati immagini per giove dioRisultati immagini per orsa maggiore

Da allora l’Orsa (maggiore) e Arturo (della costellazione del Bifolco-Bootes) si guardano sempre e ruotano insieme intorno alla Stella Polare.

Ma non tutto ebbe un buon finale…

Risultati immagini per giunone

Giunone, ancora più infuriata di vedere Callisto collocata  in cielo come costellazione, utilizzò ancora una volta i suoi poteri per soddisfarsi e la contannò a non potersi mai bagnare nelle acque del mare dell’emisfero boreale, convogliandola in una sola parte di cielo….

Sono stata umiliata ed ingannata, miei cari! Non posso cambiare la volontà di Giove, ma vi prego, esaudite almeno questo mio desiderio: impedite all’Orsa di scendere a bagnarsi nelle vostre acque limpide e pure! Tenetela relegata nell’alto del cielo.

Oceano e Teti acconsentono: per questo l’Orsa Maggiore non tramonta mai nel mare, come le altre costellazioni, ma rimane sempre visibile nel nostro cielo.

Risultati immagini per Boote costellazione

La conoscevate?

A-