La leggenda della Shtriga: la strega del sangue e dell’anima

0
2283

Tanto tempo fa gli abitati di un paesino albanese vivevano nel terrore totale.

Avevano paura per sè stessi e per i loro figli.

Arrivavano a sperare che la notte e l’oscurità, l’ora del buio più buio, non arrivasse mai a toccarli.

Davanti alle chiese, nelle domeniche di Pasqua, venivano affisse enormi croci create dalla sovrapposizione di ossa di maiale.

Le persone si armavano con fucili caricati con proiettili in ferro battuto e i più giovani venivano incaricati di creare sacchetti contenenti una moneta d’argento ciascuno.

Risultati immagini per moneta d'argento

“Ha lunghi capelli neri!”

Risultati immagini per lunghi capelli neri

“E’ vecchia e si presenta avvolta nel mantello”

Risultati immagini per vecchia con il mantello

“E’ un’orribile vecchia dal volto sfigurato, ti dico!!”

Risultati immagini per volto con maschera

Le persone si guardavano con circospetto e nessuno si fidava di nessuno…

Esisteva una storia che veniva narrata da parente a parente, da vicino a vicino ad amici…chi diceva che era per spaventare i bambini e farli andare a dormire, e chi invece, diceva di essere stato presente all’avvenimento.

Ci si chiudeva in casa, insieme alle proprie paure….i più grandi davanti a porte e finestre e i più piccoli in camere senza finestre.

Si narrava che da quelle parti ogni 20 anni era solita apparire una strega…

Tutti la conosceva con il nome si Shtriga, e no, non era una strega buona.

Prendeva di mira i bambini più piccoli e faceva delle loro anime e del loro sangue la sua risorsa di vita.

Si narrava che se questa entrava e la persona che la vedeva, riuscisse a sparargli, sarebbe potuta morire…a patto però, che fossero proiettili di ferro battuto.

Per coloro che non si lasciavano prendere da queste voci…avevano i bambini che venivano attaccati di notte e a questi veniva succhiato il sangue…i bambini spesso si ammalavano e poi morivano…a meno che, la stessa strega, per qualsivoglia ragione non tornasse per concedergli una cura…

Si dice che una volta compiuta questa azione la strega, strasformatasi in piccolo insetto, andasse nel luogo più profondo del bosco, e rigurgitasse tutto il sangue…se al centro del sangue veniva posta una moneta d’argento richiusa dentro un sacchetto…questo sarebbe diventato un amuleto contro ogni tipo di Shtriga, in grado di proteggere.

Avevano anche pensato bene a un modo per intrappolare colei che si pensava assumesse le sembianze della strega…se si entrava in una chiesa, una delle domeniche di Pasqua e se alla porta di questa vi fosse affissa una croce di ossa…la strega non sarebbe più uscita…

Sono tanti i pareri su di questa…insomma, una semplice leggenda letta ai bambini per spaventarli? Ma vi è anche delle testimonianze di persone che dicono di essere state testimoni dell’apparizione di streghe urlanti che fuggivano…

Insomma ancora una volta…le leggende più strane vengono fuori!

Voi la consocevate??

A-fruttidiboscoblog