La leggenda del Po: l’uomo coccodrillo e Howard Phillips Lovecraft

1
4248

La sua lunghezza, 652 km, lo rende il più lungo fiume interamente compreso nel territorio italiano, quello con il bacino più esteso (circa 71 000 km²) e anche quello con la massima portata alla foce, sia essa minima (assoluta 270 m³/s), media (1 540 m³/s) o massima (13 000 m³/s).

Ha origine in Piemonte, bagna tre capoluoghi di provincia (nell’ordine Torino, Piacenza, Cremona) e segna per lunghi tratti il confine tra Lombardia e Emilia-Romagna, nonché tra quest’ultima e il Veneto, prima di sfociare nel mare Adriatico in un vasto delta con 6 rami.

Per la maggior parte del suo percorso il Po scorre in territorio pianeggiante, che da esso prende il nome (pianura o valle padana).

In ragione della sua posizione geografica, della sua lunghezza, del suo bacino e degli eventi storici, sociali ed economici che intorno ad esso hanno avuto luogo dall’antichità fino ai giorni nostri, il Po è riconosciuto come il più importante corso fluviale italiano.

È il quinto fiume europeo (tolta la Russia) per portata media (dopo Danubio, Reno, Rodano e Dnepr).

I fiumi mi han sempre attirato. Il fascino è forse in quel loro continuo passare rimanendo immutati, in quell’andarsene restando, in quel loro essere una sorta di rappresentazione fisica della storia, che è, in quanto passa. I fiumi sono la Storia.
(Tiziano Terzani)

Penso che noi tutti conosciamo questo immenso fiume…alcuni di noi ci saranno nati accanto, altri molto più lontano…

Risultati immagini per fiume po'

Ma in quanti di voi sono a conoscenza del mistero che ruota attorno a questo famoso fiume?

Immaginatevi una distesa di acqua che si alterna a tratti limacciosi, la nebbia e il freddo, la difficoltà del vedere più in là del vostro naso e un’ombra…

Risultati immagini per fiume po' nebbia

Un ombra, un rumore di sciabbordio dell’acqua.

Qualcuno sta camminando nell’acqua, anzi, qualcuno si sta trascinando nell’acqua.

“Ehilà?” Una persona?

In fondo nell’acqua del Po non vi sono altro che pesci e animali acquatici, uccelli e qualsiasi altro animale che l’uomo è abituato a osservare sulle rive di un fiume.
L’ombra che è difronte a noi non appartiene a un umano, o meglio, non appertiene a un essere umano completo…no a un essere metà uomo e metà animale…

La leggenda degli uomini coccodrillo…Mani, piedi palmati, pelle di coccodrillo squamosa e muso allungato…

Risultati immagini per mani palmateRisultati immagini per piedi palmati

Esseri particolari, sfuggevoli e retrosi al farsi vedere…ci sono state molte testimonianze sull’avvistamento di questi esseri, ma nessuna di queste riporta che gli uomini coccodrillo siano “mostri” si dice che attacchino solo se costretti…ma il proprio aspetto terrificante agisce prima di qualsiasi altra cosa, verso o gesto.



Ve lo immaginate?

Questa leggenda si è diffusa fino ad arrivare a toccare persino gli scrittori come Howard Phillips Lovecraft, il quale si dice si sia ispirato a questa leggenda per scrivere i propri libri.

Lovecraft avrebbe compiuto un misterioso soggiorno a Loreo, nel 1926: vi era giunto dopo aver ritrovato fortunosamente un diario, in una bancarella, che raccontava di uomini anfibi e di un antico culto segreto che da millenni prenderebbe vita tra i canneti e le velme del Delta.

Pensandoci sopra al giorno d’oggi il nostro cervello si rifiuterebbe del tutto di pensare che questi esseri si nascondano tra le acque del Po…ma da dove vengono? Chi sono? Esperimenti del dopo guerra finiti male?

C’è chi dice che risalgano a tempi antichissimi, esseri ancestrali che abitavano la terra al tempo dei racconti sui draghi, unicorni e che con il passare del tempo fossero stati costretti a ritirarsi nelle acque più oscure…mentre altri pensano a una colonizzazione…

Tornando con i piedi per terra…l’ottobre scorso del 2016 due coccodrilli, e parlo degli animali veri e propri, sono stati avvistati nel fiume…°-°…a chi saranno sfuggiti questi animali? Chi è che li ha liberati?

 

Risultati immagini per coccodrilli nel po

Ora oltre che i lupi frutto di incroci tra razze sull’Appenino, abbiamo anche i coccodrilli nel Po?

Ora sta a voi dirmi che ne pensate!

Conoscevate questa leggenda?

A-