La leggenda del gatto nero

2
3503

Occhio malocchio, prezzemole e finocchio! cit.

Salto,corro,sfreccio.

Tra l’erba, tra le macchine, attraverso le porte delle case.

Annuso, i miei baffi vibrano, l’aria cambia.

Un umano. Una casa. Una superstizione.

NON MI VOGLIONO.

Guardo le finestre delle case, guardo i loro padroni sorridenti, li osservo mangiare da quella ciotola piena di cibo, che io non ho.

Mi vedono, scappo, sento le urla, il segno della croce “che ce la mandi buona”.

Perchè loro sì e io no? Perchè hanno più colori che uno solo? Perchè sono chiari e non scuri come me?

Il naso, i baffi, le zampe, la coda..non capisco…

Il mio spirito è maledetto dal Medioevo.

La mia prima padrona morì in mezzo alle fiamme mentre la guardavo.

Superstizione…tutti mi indicavano…il gatto della disgrazia, il demone, la sfiga, la jella, la sfortuna…le porte chiuse…

E’ perchè esce di notte come loro…bisogna trovarli e portarli via con le streghe, i loro esseri malefici.

Un demone? Perchè sono nero? Nero come l’inferno, il nero del lutto, il nero del diavolo?

Secoli per scappare alla mente ottusa delle persone.

Se attraverso la strada, mi prendono sotto…porta sfortuna un gatto nero che attraversa…dicevano…

Tempo fa le passeggiate a cavallo di notte nel bosco…un gatto attraversava…nero come la notte…invisibile come un fantsama…il fantino

che viene disarcionato…ahhhhhh ira funesta, i gatti neri non li vogliamo!

Non tutti erano così dalla Grecia, all’Egitto, all’Europa non ero visto come un essere abominevole.

Greci ed Egiziani mi venerano come perfezione assoluta…una rarità…un essere molto prezioso.

In Francia e Inghilterra ho anche una statua! Un ciondolo di gatto nero…porto fortuna e sono potente!

In Europa…in molti fanno a pugni per mettere in casa un pezzo del mio spirito…un gatto nero…la fortuna in casa.

2016 anno in cui ancora le mie orecchie feline sentono dire…non lo vogliamo…è nero…

E questa è la leggenda e l’origine del gatto nero.

E voi che ne pensate del micio nero?

Io vi dirò ho avuto la possibilità di decidere di salvare una gattina randagia nera…ne ha passate tante…varie malattie e pulci…ma ora sta bene e mangia come un tirannosauro! Beh…ho preso lei, nonostante mi si sia attaccata al braccio con tutte le unghie che aveva, quando l’ho presa in mano per la prima volta…

Una gattina piccina picciò nera pece, e al diamine la superstizione xD è una gatta bellissima e anche io…parlando con la ragazza che se ne prendeva cura per non lasciarli per strada, ho potuto sentire che i gatti neri tutt’ora, non sono mai salvi, appunto perchè la gente pensa ancora che portino sfiga.

A-fruttidiboscoblog