La goccia d’acqua

0
202

Una goccia di semplice acqua vagava perso nel cielo, era confusa, fuori posto.
Non capiva la sua essenza
Il perché del suo essere lì
Vagò per anni e anni…

Sino a che un giorno cadde di colpo, senza compagne, su di una terra arida.
Ma non evaporo, entrò in un piccolo seme, lo nutrì, lo vide crescere.
E un giorno appoggiato sul suo stelo la vide fiorire.
Credo sia così che sia nata la prima Rosa.
Da un amore infinito e dedicato
Un amore senza tempo..

FortuzziFrancesco