LA FEDELTA’ AD UN CAPO

0
1127
La fedeltà ad un capo
 DI GIANFRANCO ISETTA

 

Niente oscurava il cielo

eppure gli occhi tacquero
come in un giorno triste
e scivolò sui volti
un’aria di menzogna

L’idea d’innocenza
si ritirò in disparte
cercando vie d’uscita
tra gli argini fangosi.

Senza nessun riguardo
goffi i sostenitori
dell’autodedizione
per il padre-padrone

uccisero ogni sguardo,
ogni definizione
per segni di presenza
di qualche traccia d’Uomo.