Isola di Ponza

0
1089

@Ladolcevitaly e Loscrivodame oggi si spostano su un’isola tra le più importanti del Mar Tirreno, per dimensione e dal punto di vista storico. Abitata dal 1500 a.C. dagli Ausoni. A quel tempo Ponza era un isola completamente ricoperta di macchia mediterranea e divenne successivamente dominio romano diventando luogo prescelto per segregazione ed esilii.

Agrippina minore e la sorella Livilla, dopo aver congiurato contro Caligola, furono esiliati qui. Turchi e Saraceni con le loro escursioni la resero disabitata per secoli fino all’avvento di nuovi coloni da Ischia e dalla Campania. Anche il regime fascista lo utilizzò come Luogo d’esilio di personaggi scomodi.

Ponza is one of the largest islands located in the Tyrrhenian sea, 33 kms away from the South coast of Cape Circeo, located in the west coast of Italy.
The island was inhabited since the Neolithic era, but got its name during the Roman period, from the infamous governor of Judea, Pontius Pilate.
Ponza is known for its pristine beaches, scenic beauty, and its amazing Blue Grottos. Archeological sites dating back to the times of the Egyptians, the Phoenician and the Canaanites populate this beautiful island.

Paesaggisticamente l’isola è caratterizzata da spiagge incantevoli, baie, grotte dal mare blu e trasparente. Alcune spiagge note sono Chiaia di Luna accessibile solo da un tunnel di epoca romana e dal mare, situata ad occidente e protetta dai venti grazie ad una parete di tufo. Altra spiaggia conosciuta è Frontone, l’unica raggiungibile facilmente con mezzi dal porto a noleggio poi la spiaggia di Lucia Rosa ( donna dell’800 che si suicidò gettandosi da una rupe prploprio qui a causa di un amore impossibile), Cala Fonte coi suoi pescatori nelle vesti tradizionali, Cala Feola e infine le Grotte di Pilato ( da cui prende il nome l’Isola) scavate dai Romani a livello del mare.

Una vegetazione mediterranea e subtropicale come il clima rivestono l’isola è creano, con le spiagge frastagliate per lo più rocciose con tufi e caolino che dimostrano l’origine vulcanica dell’isola, un paesaggio unico.La forma dell’isola è stretta e allungata, e si estende dal Faraglione La Guardia, a sud, alla Punta dell’Incenso, a nord-est, di fronte all’isola di Gavi.

L’isola è nota anche agli appassionati di sub, vista la presenza di grotte e spiagge frastagliate ricche di pesci. Punti famosi sono le Formiche, Faraglioni ricchi di canali, Punta della Guardia, Scoglio della Botte, Punta del Papa e Secca di Mezzogiorno.

Un isola intrigante..altro luogo da vedere assolutamente..Fede