Isola del Giglio

0
1165

L’isola fu abitata fin dall’Età del ferro. Successivamente fu probabilmente una base militare etrusca ed anche sotto la dominazione romana fu una base importante nel Mar Tirreno citata da Giulio Cesare nel De bello civili.

A testimonianza di ciò, a margine dell’abitato di Giglio Porto, leggermente al di sotto del livello del mare, si trovano i resti della villa romana dei Domizi Enobarbi ovvero si tratta di una grande area che comprende una vasca a mare per la piscicultura, mura perimetrali e criptoportici, resti di opus sectile, mosaico, affreschi, terrazza stellata di pertinenza, strutture lungo mare con serie di arcate e una lunga terrazza pensile; l’intera area è denominata “I Castellari”.

Like a pearl in an oyster, the small Giglio isle lies cradled by warm blue seas in the southern corner of the Tuscan Archipelago, 50 km south of Elba Island.
Already inhabited in the Stone Age, and subsequently used by the Etruscans, Giglio went through one of its most important period under Roman rule, when the island became a commercial junction of maritime trade.
Giglio is almost completely mountainous (granite), with its highest point, Poggio della Pagana, which reaches 496 meters a.s.l, and has an impressive coastline, 28 kilometres long, where cliffs of smooth granite alternate with marvelous coves, bays and sandy beaches.

Nelle epoche successive fu governata da varie famiglie nobili dell’Italia centrale, dai pisani e dai Medici. Nel Medioevo passò sotto il dominio della famiglia Aldobrandeschi, successivamente al comune di Perugia. Entrò nelle proprietà di Pisa dal 1264 al 1406 e successivamente passò a Firenze.

Nel 1544 il pirata Khayr al-Din detto il Barbarossa saccheggiò l’isola, uccise chiunque si opponeva e deportò, come schiavi, oltre 700 gigliesi. In seguito a questa sanguinosa incursione, la famiglia dei Medici ripopolò l’isola con gente proveniente dalle terre senesi. Gli attacchi saraceni poi continuarono fino al 1799.

Oggi è un isola turistica visitata ogni anno da migliaia di turisti attratti dalla sua natura, le sue spiagge e i suoi borghi.

Un isola senz’altro da vedere con il suo mare cristallino, le sue calette e la sua natura..Fede

Per Loscrivodame e @Ladolcevitaly