Irene Nemirovski: Il ballo

0
571

Irene Nemirovsky
Il ballo

a cura di Anna Cavestri 

Antoniette ha 14 anni, vive in una famiglia agiata, anche se i trascorsi sono stati di tutt’altro tipo. Il padre ha raggiunto l’attuale posizione senza farsi troppi scrupoli e la madre ha avuto un passato molto burrascoso e di cui molto si è parlato.
Hanno un nell’appartamento a Parigi, e per farsi accettare dalla buona società parigina organizzano una serata di ballo nella loro
casa.
Antoniette, non ha un buon rapporto con la madre, vorrebbe partecipare al ballo, ma la madre non sente ragioni.
I preparativi non badano a spese , gli invitati sono molti, tanto da dover sacrificare la stanza della ragazza ( sistemata nello sgabuzzino ).
Tutto è pronto ed impeccabile, Antoniette non può partecipare, ma trova modo di vendicarsi.
In un libro molto concentrato, l’autrice riesce a mettere a fuoco , ipocrisie sociali , la goffaggine degli arricchiti improvvisati e la capacità dell’ adolescente sì di vendicarsi , ma alla fine di dar prova di voler bene, nonostante tutto.