Io sono l’amore

0
1130

In un ristorante
vi era una grande festa
entrò dalla porta un uomo dall’aria strana
non lo conosceva nessuno
si fermò al centro della grande sala
ed osservo a lungo
una donna lo notò e si avvicino a lui
gli chiese se cercasse qualcuno
lui la guardo negli occhi
mentre lei indietreggiava come spaventata
sbiancando gli disse chi sei??
rispose
sono il padre di fiducia e speranza
mi hanno chiamato piangendo
perchè voi le avete tradite
la donna perplessa
senti un senso di colpa dentro il suo cuore
e disse
non è cosi…è che a volte usiamo le parole di circostanza
altre alcune a cui crediamo in quel momento
tu sembri straniero disse la donna
non sembri di qui
….vi era un tempo in cui ero di casa qui
un tempo che mi sembra troppo lontano ora
e si diresse all’uscita
non mi hai detto il tuo nome straniero
disse la donna
dimmelo se mai qualcuno dei presenti volesse sapere chi eri
lui sorrise e uscendo disse
nessuno ha saputo riconoscermi
anche se tutti pronunciate il mio nome invano
io sono l’amore…

FortuzziF.