Insolitamente vivi

0
863

Insolitamente vivi”

Poesia di Maria Rosa Oneto 

 

Insolitamente vivi restiamo attaccati ai ricordi depositati nell’anima come piume d’angelo o macigni di terra bruciata. Non sono immune dal rimpianto, da quegli aneliti di speranza volati via tra le braccia del tempo.

Ancor oggi mi vesto di vento, di un mare adagiato e stanco, di albe sospese alla tramontana che s’aprono a ventaglio per sedurre il Cielo.

Amo il gusto della pioggia sulle lastre di lavagna. Quei pini già storti sul punto di cadere.

Il mormorio della risacca che sconvolge i pellicani. Il ritorno delle barche spulciate di sale e di reti squarciate d’usura.

Insolitamente vivi nel tramestio dei pensieri che bagnano il cuore di lacrime dorate.