IL SOFFIO DELLA SPERANZA

0
1022

Il soffio della speranza

Un romanzo intenso, profondo, commovente quello scritto dall’autrice Cinzia Baldini e pubblicato da Linee Infinite Edizioni.

Diana è un avvocato tutta d’un pezzo, professionale, seria e affidabile; Riccardo è un magistrato con una facoltosa famiglia alle spalle, un uomo interessato alla carriera e alla bella vita. I due intraprendono un percorso di vita comune che, però, si interromperà dopo qualche anno, quando la spasmodica voglia di maternità di Diana non sarà appoggiata dal marito che non si sente pronto a “fare il salto” per diventare padre.

Diana lascia la casa coniugale per intraprendere una nuova vita da single. Questa donna, dall’apparenza forte, nasconde una grande fragilità legata al fatto di sentirsi incompleta. Vuole un figlio, vuole sentirsi chiamare mamma, vuole trasmettere la sua conoscenza, vuole costruire una famiglia concreta.

L’incontro casuale con Claudio le riporterà un po’ di speranza. Finalmente accanto a lei una persona che condivide i suoi progetti. Talvolta, però, il destino ci rema contro rendendo tutto più complicato.

La passione travolgente, la condivisione di ogni cosa non è sufficiente a creare una nuova vita. Dopo mesi di “tentativi andati a vuoto” Diana si sente una fallita.

L’autrice Cinzia Baldini è stata molto brava a descrivere lo stato d’animo della protagonista in quel frangente: un senso di apatia, di inutilità, di rifiuto verso se stessa per non riuscire a procreare.

Diana diventa l’ombra di se stessa, senza più voglia di vivere, senza più stimoli, senza più speranze, non dopo aver scoperto di essere affetta dalla sindrome dll’ovaio micropolicistico. Una sofferenza talmente grande, la sua, da chiudersi completamente in se stessa escludendo il suo compagno.

A un certo punto, però, compare la luce in fondo al tunnel, grazie alla formidabile scoperta del myo-inositolo di un personaggio reale, il professor Vittorio Unfer.

Grazie a lui Diana ha ripreso a sorridere e come lei tante altre donne potranno vivere l’esperienza unica, speciale ed emozionante della gravidanza. Un’esperienza che, indubbiamente, cambia la vita rendendola più luminosa, solare, allegra e piena.

Quando ti rendi conto di portare nel grembo una dolce creatura provi un amore infinito, immenso, indescrivibile. Un sentimento talmente grande, incommensurabile.

L’autrice è riuscita a trasmettere al lettore autentiche e forti emozioni. Un romanzo scritto bene, con l’utilizzo di terminologia appropriata e di vocaboli che denotano una lodevole preparazione e conoscenza in campo linguistico.

Un libro che trasmette molte sensazioni e, soprattutto, dona speranza a tutte quelle donne affette dalla PCOS, portando a conoscenza una scoperta di cui non si sapeva molto.

Se devo fare una piccola critica, posso dire che ho trovato un po’ “staccata” la parte in cui viene spiegata la scoperta del professor Unfer. Si passa da uno stile romanzesco a uno stile prettamente scientifico e si nota molto questo passaggio, tanto da rendere quelle pagine un po’ noiose in quanto troppo tecniche. Capisco che spiegare una teoria scientifica non sia semplice, ma ci si poteva lavorare un po’ di più traducendo termini di settore, in vocaboli “più alla mano” per i non addetti ai lavori.

Buona lettura!!

Elvira