Il romanzo dei tui

0
740

Gli intellettuali da tre soldi smacherati da Brecht.
“Il romanzo dei tui” uscito solo ora in Italia è una satira (attualissima) su chi vende idee e talento al miglior offerente. “Su larga scala la stupidità diventa invisibile”, suggerisce Bertolt Brecht, e le sue parole risuonano più che mai concrete e pertinenti mentre galleggiamo negli oceani delle scemenze populiste. Quanto alla prassi del leccapiedi, che è sempre in auge, il sommo drammaturgo del Novecento tedesco la dipinge con cura irresistibile.

Perchè se è vero che di adulazioni è affollato il mondo, l’arte del leccapiedismo esige allenamento e discplina.
“Solo con l’esercizio ci si può elevare dalle bassezze della leccata corriva, e soltanto quando la perseveranza lascia il posto alla fantasia si diventa maestri”, scrive.