Il riflesso

0
907
Foto di Gabriele Montemarani per Lucia Nardi

Il riflesso ci spiava, mentre mi accompagnavi con le tue mani. Io le credevo grandi, ma tremavano incerte quanto le mie mani.

Raccoglievi doni, conchiglie, gemme, esperienze e consigli per me. Guardavi se l’atmosfera intorno fosse stata quella giusta al compiersi di ogni mio passo. Io ti guardavo, mentre già mi sentivo un po’ più grande.

Eravamo due donne alla ricerca di nuovi orizzonti. La complicità, la fragilità, l’affetto ci univano in una brezza marina del tempo che ci avrebbe ciclicamente fatte ritrovare e divise per tutta la vita.

Il moto del mio sentire asseconda le onde del mare e in tutto ciò tu sarai sempre gli scogli, quindi barriera e protezione a cui tornare, per i miei anni di dubbi. Raccogli tesori, piccoli frammenti. Prendi ricordi, mi offri momenti.

Noti ciò che è bello intorno e pensi solo a come sarà il mio domani senza di te.

LuNa
Ph. Gabriele Montemarani