IL MIO UNICO DESIDERIO PER NATALE

0
238

Ormai il Natale è passato da un po’, ma non ho potuto fare a meno di leggere il romanzo di Evelyn Storm dal titolo “Il mio unico desiderio per Natale”. Lei è un’autrice prolifica, in quanto ha già pubblicato vari lavori.

In questa sua ultima fatica Evelyn Storm racconta la storia di una ragazza – Brook – che adora il periodo natalizio ma che, da alcuni anni, lo vive male, con una nota di malinconia, di vuoto nel cuore. Cioè da quando il suo ragazzo l’ha lasciata, proprio durante le festività.

Quasi per gioco, insieme alle colleghe Charlotte e Harper, decide di provare a conquistare un ragazzo in modo da non essere sola a Natale. Non un ragazzo qualsiasi, ma Mason, il compagno di colei che, all’epoca, le aveva “rubato” il suo fidanzato di allora. Ce la farà?

In questo romanzo, molto leggero e dal finale un po’ scontato, l’autrice ha voluto regalare a noi lettori una buona commedia per farci trascorrere qualche ora in compagnia di personaggi divertenti, simpatici, talvolta “esagerati” nei comportamenti.

Analizzando più nel profondo la trama del libro, possiamo notare come Evelyn Storm abbia voluto portare alla luce alcuni aspetti che, spesso, si danno per scontati. Ad esempio la compagnia con cui si è soliti passare il Natale. Trovarsi soli, proprio in queste giornate di festa, mette tristezza, depressione, malinconia.

Inoltre la magia che si respira durante questo periodo è unica nel suo genere. L’attesa, l’aspettativa, i regali da scartare, la sorpresa sono emozioni/sensazioni che si vivono contemporaneamente.

Infine, dal punto di vista stilistico e grammaticale-sintattico, l’autrice poteva fare di meglio. Ci sarebbe potuta essere una maggiore cura linguistica, una maggiore attenzione nell’utilizzo dei termini, una costruzione del testo più ricercata, con maggiore suspence, con intrecci profondi, costruiti in modo tale da lasciare nel lettore quella trepidazione che non si percepisce.

In ogni caso il libro merita di essere acquistato e letto!!