IL FANTASMA

0
134

Curiosando in biblioteca ho trovato per caso questo libro di Danielle Steel, l’ennesimo!! “Il Fantasma” risale al 1997 e posso dirvi che mi è piaciuto molto e, se vogliamo, ha anche uno stile un po’ diverso dagli altri romanzi della stessa autrice.

Il protagonista è Charles, brillante architetto, quarantaduenne, super impegnato con il lavoro, sposato con Carole, della quale “crede” di essere profondamente innamorato. La sua vita cambierà radicalmente quando – di punto in bianco – Carole gli confessa di avere una storia con un altro uomo e di volersi separare da lui.

Charles entra in crisi profonda e, dopo un trasferimento forzato a New York, finisce nel New England e precisamente a Shelburne Falls. Qui un’anziana vedova gli offre in affitto uno chateau misterioso immerso nei boschi che, due secoli prima, era appartenuto a Sarah Ferguson, una donna forte e coraggiosa. Proprio qui Charles rinasce e rivive tutta la vita dell’originaria proprietaria, grazie a dei diari che trova in soffitta.

Il romanzo, dunque, si snoda tra passato e presente e risulta essere davvero affascinante, ricco di misteri e pregno di significati.

Quanto conta il destino nella vita di ognuno di noi? Certe volte accadono degli eventi negativi che ci vanno a scombussolare la vita, i nostri progetti, che ci gettano nello sconforto. Rivivendoli col senno di poi, però, ci rendiamo quasi sempre conto che, in realtà, l’evento ha portato cambiamenti radicali ma positivi.

Cosa sarebbe successo a Charles se Carole non gli avesse confessato il tradimento? Probabilmente avrebbero continuato a vivere come due estranei, condividendo ogni tanto il letto e niente più. Invece, in questo modo, Charles ha potuto lavorare su se stesso, riflettere, conoscere altri modi di vivere. A un certo punto era così ossessionato dalla vita di Sarah che tralasciava tutto il resto.

E il suo cuore, divenuto arido, ha potuto riaprirsi al mondo e far entrare, poco alla volta, senza forzatura, Francesca, una donna altrettanto segnata da un passato doloroso. Insieme, si sono presi per mano e si sono aiutati vicendevolmente a ricucire le ferite del cuore.

Danielle Steel sa far emozionare i propri lettori fino all’ultima pagina. Se devo trovare una pecca al romanzo, posso dire che la conclusione mi è parsa un po’ affrettata. Secondo me avrebbe potuto approfondire maggiormente alcuni aspetti. In ogni caso ve lo consiglio caldamente!!!