Il dono, la recensione del romanzo di esordio di Irene Catocci. Una storia contro i pregiudizi della diversità

0
1118
Copertina de "Il dono", acquistabile su Amazon.

Cassandra, una ragazza jeans e camperos, lavora in un maneggio a Dicomano. Insegnando equitazione, prova a superare il trauma della morte dei genitori, avvenuta dieci anni prima, quando di anni ne aveva solo sedici.
Lo fa con il suo migliore amico, Damiano, anche lui con un passato duro alle spalle, con un padre perfido e insensibile.

Copertina de “Il dono”, di Irene Catocci, acquistabile su Amazon.

Tutto sembra scorrere invariato nella monotona routine dei due protagonisti, quando Cass, il cui cuore si è raffreddato dopo tante sofferenze, incontra l’amore della sua vita, Gabriele. Insegnante di letteratura latina all’Università, dopo un incidente d’auto si ritrova in carrozzina e con un nuovo amore, quello vero, che proprio come Cassandra, mai pensava di poter provare ancora e che dona ad entrambi una seconda vita. La stessa sorte è riservata a Dam che incontra la sua anima gemella dopo flirt di poca importanza. Irene Catocci ne “Il dono” ci presenta personaggi descritti nei minimi dettagli che, con lo scorrere delle pagine, ci sembrano sempre più familiari, con le loro manie, fragilità e punti di forza.
Dam, un gay eccentrico ed estroverso, sopra le righe ma molto sensibile, pronto a dispensare saggi consigli all’occorrenza, rappresenta il prototipo di amico che ogni donna vorrebbe trovare. Cassandra, invece, incarna la ragazza semplice, di umili origini, molto legata alle proprie origini e che sfida i pregiudizi della gente comune.
A mettere in luce la voluttà dei giovani protagonisti scene erotiche fanno da corredo alle vicende, descritte in maniera esplicita con particolari assai piccanti.
Promesse d’amore, romanticismo allo stato puro e parole intrise di struggimento, fanno sognare le lettrici di ascoltarle almeno una volta nella vita, dal proprio compagno. Pagine che sembrano un’ode all’ amore, che inneggiano ai versi di Catullo e della Merini, tra passato e presente, in cui perdersi soavemente. Questo romanzo ci fa riflettere al di là dei dialoghi simpatici e frizzanti, sull’ importanza dei legami veri, come l’ amicizia e l’amore che, solo se autentici, non si fanno frenare da luoghi comuni, stereotipi e giudizi facili, che si emettono spesso con cattiveria senza conoscerne davvero la realtà. Una storia che sottolinea quanto i rapporti autentici siano le uniche armi per sconfiggere il mal di vivere che spesso ci attanaglia e colpisce alle spalle, inaspettatamente. Un’opera che ci invita ad aprirci al diverso senza preconcetti, con la mente ed il cuore aperti.
Quando tutto sembra però idilliaco per Dam, Cass e Gabry, che sembra abbiano trovato il lieto fine alle loro provate esistenze, nuovi colpi di scena rimettono tutto in subbuglio fluendo verso un finale a sorpresa, che fa da preludio per la seconda opera di Irene Catocci che ne firmerà quindi il seguito. “Il dono” è disponibile su Amazon in versione cartacea e e-book

Giorgia Linho

Lodame servizi (servizi, editing, promozioni)