Helen Fielding:”Il diario di Bridget Jones”

0
655

“Il diario di Bridget Jones” scritto da Helen Fielding e pubblicato per la prima volta nel 1996 è uno di quei romanzi che ha lasciato il segno in milioni di donne e che è ancora apprezzato dal genere femminile.

Scritto in pagine di diario e suddiviso in mensilità, ha come argomento principale il desiderio di ogni donna, trovare il compagno perfetto. Insomma l’impresa quasi impossibile che ogni donna affronta nella sua vita; in questa storia infatti è Bridget che a trent’anni si ritrova ad essere ancora alla ricerca dell’Amore. Da questo libro è tratto il film dall’omonimo titolo e sinceramente il libro è più divertente del film, inoltre risulta ricco di colpi di scena e seppure le scene si somigliano ed anche alcune frasi, tra libro e film, all’interno del libro si nasconde una romanticissima dichiarazione da parte di Mark verso Bridget e molto diversa rispetto a quella nel film. Un’altra diversità è che la protagonista ha un fratello di cui non ama raccontare e che non sopporta. Pam, la madre di Bridget, che come si racconta nel film si innamora di Julio che è portoghese ma nel libro un truffatore con il quale Pam, dopo aver truffato i suoi amici, scappa in Portogallo fino a quando Mark la ritrova e cerca di non farla incriminare e tutto questo avviene per il suo amore per Bridget.

Penso che oltre ad essere una lettura leggera e scorrevole, ha al suo interno moltissimo ironismo e un pizzico di femminismo. Lo consiglio sia alle donne, che sinceramente dovrebbero averne una copia in casa, ed anche agli uomini così potrebbero cercare di vedere il mondo femminile con occhio diverso.