HAI CONQUISTATO OGNI PARTE DI ME: RECENSIONE di Elvira Tonelli

0
853

Nicoletta e Luke sono i due protagonisti del romanzo “Hai conquistato ogni parte di me” di Alessandra Paoloni.

Una storia capace di conquistare il lettore dalla prima parola, scritta alla perfezione in ogni suo dettaglio.

La promettente giornalista e l’attore giovane che sta diventando famoso: due mondi opposti che, seppur con mille difficoltà e intrighi, si attraggono al di là di ogni aspettativa.

L’autrice è riuscita, attraverso una scrittura lineare, scorrevole, diretta e con l’utilizzo di termini talvolta basici, talvolta ricercati, a descrivere molto bene i personaggi sia dal punto di vista fisico, sia dal punto di vista psicologico entrando nel profondo del loro cuore, indagando le loro emozioni, i loro sentimenti.

Nicoletta, grande professionista nel suo lavoro di giornalista, si ritrova da un giorno all’altro sotto le luci della ribalta, sentendosi completamente ingannata e scombussolata. Luke Grady, affascinante, bello da mozzare il fiato, seducente all’inverosimile, si lascia condurre dal suo agente disposto a qualsiasi escamotage, pur di far diventare famoso il suo “pupillo”.

Tra i due protagonisti nascerà una storia d’amore non prevista che porterà a dei risvolti imprevedibili.

Un libro che consiglio di leggere vivamente e che – ne sono sicura – farà molta strada perché contiene tutti gli elementi necessari: personaggi interessanti e non banali, intrecci emozionanti, un filo conduttore solido e, da ultimo, ma forse più importante, il libro è scritto BENE. Non ci sono errori di grammatica, la punteggiatura è usata correttamente. Mi capita troppo spesso di leggere libri con storie interessanti, ma trascurati dal punto di vista della forma e della punteggiatura.

Uno scrittore si distingue da una persona a cui piace scrivere, perché sa raccontare una storia e sa scriverla bene. Ed è ciò che ha fatto l’autrice del romanzo “Hai conquistato ogni parte di me” che ha saputo dar vita a una storia complessa, senza mai perdere il controllo o tralasciarne qualche aspetto. Alla fine, infatti, le varie “scene” trovano la giusta collocazione e conclusione.

Complimenti ad Alessandra Paoloni per avermi fatto emozionare e sognare!!

Spero con tutto il cuore nell’uscita del formato cartaceo per poterlo regalare!!!!

http://blog.libero.it/SOGNOLIBRI/13514700.html