Generazione di mezzo

0
289

Siamo la generazione di mezzo.
Quelli prima del nulla,
quelli nati dopo la caduta.
Ci hanno ricostruiti per bene.
Abbiamo immaginato un futuro
con un passato in dote.
Abbiamo creduto al presente
perché i fantasmi non tornassero più,
perché domani fosse davvero domani.

Siamo quelli che piangono
davanti a un mare lontano
perché ci sta dentro come una croce.
Siamo quelli che davanti a un dio non ci sono mai stati,
siamo quelli che credono nell’altro,
nell’uomo,
nel vero creatore.
Si dice che siamo quelli sbagliati.
Siamo sempre giusti
in questo tempo imperfetto.
Per quanto ancora ricorderemo?
Per quanto ancora ricorderanno?
E soprattutto, quanto manca alla caduta?

Susan Moore TDR 06/06/19