Frumento d’esistenza

0
1464

Camminava lasciando una scia di passi nel campo di frumento, l’aria calda di sud ovest non lasciava presagire nulla di buono.

Non poteva che aprire le narici, inspirare il profumo intenso delle spighe, la solitudine riempiva i polmoni di pensieri sgretolando ogni resistenza di piattume, lasciando i nervi fluire sotto pelle a scavare le membra di tremore..

Si lascio’ andare, sfinito, a terra, una sagoma disegnata sul campo, sicuro punto di vista del cielo, invisibile al mondo.

Chiuse gli occhi e lascio’ scorrere la vita.. cosi’ dolce, nascosto tra le spighe..

Dati Lorenzo