Frittata di ortiche

0
376

Un paio di mesi fa ormai c’eravamo salutati con una frittata di acciughe ed eravamo in Campania, oggi per “Mi mangio lo stivale”, rubrica di ricette regionali ci occupoano sempre di frittata, ma ci spostiamo al nord, con la frittata di ortiche, come la fanno in Piemonte.

Frittata di ortiche

La frittata di ortiche è un secondo piatto diffuso in Piemonte. Come tutte le frittate è adattabile ad antipasto, spuntino sostanzioso o piatto unico.

Filosofia: Onnivori e vegetariani

Regione di origine: Piemonte

Ingredienti per 4 persone:

  • 6 uova;
  • Un cipollotto affettato finemente;
  • 2 cucchiai di olio d’oliva;
  • Un mazzatto di germogli novelli di ortica;
  • 40g di parmigiano grattugiato;
  • Un cucchiaio di farina;
  • 2 cucchiai di latte intero;
  • Sale e pepe.

Procedimento

Lavare i germogli di ortica, asciugarli e tagliarli con un paio di forbici da cucina. Soffriggere nelll’olio in padella le fettine sottili di cipollotto e appena appaiono dorate aggiungere le ortiche appena tritate in modo che si insaporiscano.

Mentre si svolge questa operazione, in contemporanea, vanno sgusciate le uova e unite al parmigiano assieme ad un po di latte e farina. Poi si aggiunge sale e pepe e si monta il composto.

Raggiunta la giusta consistenza si versa il risultato nella padella e lo si frigge. La frittata va girata come minimo una volta e appena pronta va servita calda e asciugata in un po di carta assorbente. 

Ottima da gustare con un rosso magari piemontese.