Frittata di acciughe

0
756

Oggi a “Mi mangio lo stivale”, la nostra rubrica dedicata alla cucina regionale, ci occupiamo di una ricetta campana: la frittata di acciughe.

Frittata di acciughe

La frittata di acciughe è un secondo piatto campano che in realtà si adatta ad altre portate ovvero antipasti o piatti unici, come spesso acade con le frittate.

Filosofia: Onnivori

Regione di origine: Campania

Ingredienti

Per 4 persone:

400g di acciughe lavate e sgocciolate;

6 o 7 uova;

Uno spicchio di aglio schiacciato da togliere in un secondo momento;

2 cucchiai di olio extravergine d’oliva;

Sale;

Pepe.

 

Procedimento

Suĺl’asse si versa la farina assieme alla purea di patate, si aggiunge il sale e si aggiunge lo lievito, si impasta così da ricavare un amalgama omogeneo e liscio.

A questo punto si copre il composto con un canovaccio e si lascia lievitare per qualche ora vicino ad una sorgente di calore.

Dopo di che si riprende la pasta e la si assottiglia creando tante ciambelline. Queste vengono messe in padella nell’olio bollente per essere fritte. Appena dorate vengono asciugate sopra tovaglioli assorbenti, servite assieme a ciotole di mosto cotto. In alternativa al mosto cotto si può usare lo zucchero a velo misto a cannella in polvere.

Ovviamente il vino con cui solitamente si accompagna è il locale Greco di Bianco.