Francesco Gilioli, Di là dall’amore, tra gli alberi

0
324

“Dentro c’è molta Milano, quella lucente di Porta Romana e Cordusio, quella attraversata dalla 90 e dal 78, la Milano che corre, stritola, assale e consola.

C’è quella dell’anima che non è un luogo fisico ben definito ma sono gli umori, i sapori, le lacrime, le lame di una città che accoglie tutti e modella ciascuno secondo i propri bisogni.

C’è una donna, che è insieme molte donne, uniche, irrisolte, tenaci, volitive, vendicative, affrante, malate, in perenne confronto e scontro con un uomo che è anch’egli molti uomini, livorosi, frustrati, rigogliosi, risolti, contesi…”

Ci vediamo alle 19 in Cordusio. Sono arrivato mezz’ora prima. Pc e telecamera nello zaino. Zero ansia. Incazzato per il credito negato in home. È una vecchia storia quella dei crediti negati. Piccolo cabotaggio. Beghe da giornalisti. Monia. Solita telefonata inutile. – Sono uscita ora dalla metro. Ti aspetto qui. Lo stesso sorriso della festa. Mi interroga. Accogliente. Indaga. – Sediamoci. Profumata.

Lo smalto vivace. Scoperta, nonostante faccia già freddo. Due spritz. Discutiamo di lavoro. Si materializza a quel tavolino uno dei dissidi più laceranti della nostra storia. La netta separazione, dentro la sua testa, tra lavoro e vita.

Francesco Gilioli è giornalista professionista, videomaker, collaboratore di Afp. Appassionato di storia, documentarista.

Ha lavorato in radio (Rtl), Tv (La7, Euronews), carta stampata (La Stampa, La Nuova Venezia), Web (repubblica.it). Il suo obiettivo è raccontare storie, scovarle dove si sono nascoste, riportarle alla luce per farle conoscere.

Di là dall’amore, tra gli alberi è il primo libro di Francesco Gilioli.