Fiori di campo

0
808

Fiori di campo

di Maria Rosa Oneto

Piange chi è solo 
nel proprio letto di dolore.
Ride la gente camminando
per strada con l’unica meta
fatta di regali e di pacchi colorati.
Non cade neve nei recinti
dove le persone vivono segregate.
Lascia penzolare ricordi e malinconia
chi non ha più braccia materne
da stringere.
Giostre di bimbi accanto
al camino
Lucide stelle posate sull’abete.
Canzoni di Pace
da rilegare con nastri brillanti.
Vicina oppure lontana
ognuno vive la propria guerra quotidiana.
Sorridiamo perché il destino
sia meno gramo
Gridiamo:”Auguri, Buona Fortuna!”
come una recita senza autore.
Andiamo incerti senza alzare la testa
credendo che il passato
il Diavolo se lo.sia portato via.
Restiamo assorti, trepidanti
e infelici simili a fiori di campo
sepolti dalla tormenta.