Festival Le città visibili

0
190

Le città visibili.

Dal 2 al 12 settembre torna a Rimini la IX edizione della rassegna Teatrale e Musicale

Torna anche quest’anno il ‘Festival Le Città Visibili’, la rassegna teatrale e musicale estiva a cura di Tamara Balducci e Riccardo Amadei, per la sua nona edizione. 

La kermesse è accolta dal Teatro degli Atti, dall’adiacente Sala Pamphili, dal Lapidario del Museo della Città di Rimini e dal CEIS-Centro Educativo Italo Svizzero.

Questi luoghi accoglieranno i nove appuntamenti che vanno a declinarsi tra teatro, musica, incontri, e mostre.

La serata di apertura di giovedì 2 settembre, al Teatro degli Atti, è affidata ad “Amore, morte e Rock’n’Roll”, tratto dall’ultimo omonimo libro di Ezio Guaitamacchi (Hoepli editore). 

Uno spettacolo di racconti, suoni e visioni in cui Cristiano Godano (Marlene Kuntz), Mirò e Brunella Boschetti raccontano le ultime ore di David Bowie, Leonard Cohen, Lou Reed e Freddie Mercury. 

Venerdì 3 settembre in scena andrà invece “La Coppa del Santo”, uno spettacolo teatrale presentato dagli Omini. Sempre sulle assi del Teatro degli Atti, sabato 4 settembre, Cristina Donà eseguirà alcuni brani del nuovo “deSidera”.

Altro concerto, domenica 5 settembre, con Davide Shorty e Claudio Guarcello che si esibiranno dal Teatro degli Atti nella serata Davide Shorty & Straniero Duo in concerto.

Presso il Lapidario del Museo della Città, mercoledì 8, sarà invece messo in scena lo spettacolo teatrale Kohlhaas, opera di Marco Baliani tratta dall’opera di Heinrich von Kleist.

Sempre un opera teatrale, giovedì 9 presso il Teatro degli Atti, quella di Nicola Borghesi e Paolo Nori “Se mi dicono di vestirmi da italiano non so come vestirmi”.

Bestie“, l’opera con Alessandro Baldinotti e Giusi Merli, diretti da Andrea Macaluso, e tratta dall’opera omonima di Federigo Tozzi, sarà al Teatro degli Atti sabato 11 settembre.

A concludere gli incontri, domenica 12 settembre al Teatro degli Atti, il concerto di Beatrice Antolini.

Il festival è arricchito da due mostre (P.I.DA. e 100 bambini, per fare la rivoluzione e portare la Fantasia al potere).

L’ingresso agli eventi è a pagamento: informazioni e prenotazioni dal sito del festival