Escher a Milano

0
1117

Una mostra che ha già riscosso grande successo nelle tappe precedenti tra cui Bologna, si terrà a Milano a partire da luglio, a Palazzo Reale. Si tratta della mostra di Escher, originale artista olandese, esploratore dell’impossibile e delle possibilità geometriche dell’arte attraverso prospettive infinite, visioni poliedriche e costruzioni impregnate di irrazionalità. In particolare, prendendo avvio dalle origini liberty della sua produzione, la mostra che si terrà a partire da questa estate nel capoluogo lombardo si sofferma sulle varie tappe della cultura figurativa dell’artista indagando i vari aspetti bizzarri delle sue opere con influssi italiani e moreschi ma ricchi di scienza, matematica e influssi delle avanguardie del suo tempo. Intuizioni geniali che lo rendono unico.

Non è da tutti saper abbinare una produzione di elevata cultura e complessità che allo stesso tempo risulti divertente per chi la fa e chi la vede grazie alle infinite possibilità e scelte di disegno ricorsivo, agli incastri prospettici, alle geometrie che finiscono per affascinare gli spettatori di tutti i tipi e di ogni età. Maurits Cornelis Escher, incisore e grafico olandese morto nel 72 è conosciuto universalmente per le incisioni su legno e le litografie tutte a caccia dell’impossibile, della ricerca dell’infinito, delle geometrie interconnesse che cambiano di volta in volta in forme anche nelle mezzetinte. Le sue opere incontrano i favori di scienziati, matematici, fisici affascinati dall’uso delle distorsioni geometriche e dei poliedri ma anche degli artisti affascinati dalla sua genialità e dalla sua cultura vastissima.

Quella di Milano in particolare risulta a conti fatti una delle più interessanti mostre in programma quest’anno con 200 opere, tra cui capolavori assoluti e prestiti importanti a testimonianza del successo globale dell’arte di Escher. Una mostra consigliata per gli amanti del genere, dove si fonde la logica delle scienze, fredda, razionale con il sogno di paesaggi naturali, piante ed animali siano essi reali o di fantasia che danno alla sua arte universalità e calore.

Si terra dal 29 Luglio 2016 al 08 Gennaio 2017 a Palazzo Reale, curatori saranno Marco Bussagli e Federico Giudiceandrea (info +39 02 88445181, www.palazorealemilano.it, c.mostre@comune.milano.it ).

D.L.