E se la vita

0
769

“E se la vita”

di Maria Rosa Oneto

 

E se la vita non fosse vita.

E la morte una parentesi burlesca

da ripetere all’infinito.

E se le lacrime come gemme rapite a Dio

servissero a sollevare l’anima nell’alto dei Cieli.

E se i sorrisi scendessero la notte

a respirare l’impeto del mare

come volatili fantasiosi portati dal vento.

E se il nostro vissuto maldestro ed estemporaneo fosse una recita a soggetto

per spettatori confusi.

E se il battito del pensiero riuscisse

a scalfire le crudezze del giorno con colori smaglianti.

E ridare speranza a chi cammina con il ventre riverso, gli occhi spenti e un rigurgito di malinconia

Più nulla avremmo da temere nell’aria che rinfresca il pianto.