Il dolore di un angelo

0
965

ROSELLA LUBRANO

 

”  IL DOLORE DI UN ANGELO  “

 

A cosa serve questo mio cuore

se intorno

eterni buchi neri

il rumore assillante

del silenzio straziano,

la terra trema,

pulsa nel suo ventre

conati di polvere e morte.

Tra le vie fantasma mi perdo,

occhi di finestre

mi fissano vuoti e annichiliti,

porgo l’ orecchio

a quei cumuli

se  per grazia di Dio

qualcuno chiama.

Ed allora

ecco mani protese,

bocche oranti

a quel tremulo ondeggiare

che tutto dimena.

L’ anima mia è muta,

ferita

sotto questo sole che più

non scalda,

sotto questa luna che lacrime

più non ha,

lontano il latrato di un cane

una tenera vita

grida

e io allora volgo gli occhi

al cielo

nel mio sguardo tremante

e speranzoso.