Debbo farmi perdonare

0
186

Contro la violenza alle donne

Debbo farmi perdonare

Di Maria Rosa Oneto

Debbo farmi perdonare
l’eleganza dell’andare, il sorriso garbato in ogni stagione,
i gesti modulati in un sussurro di canzone, la lieve malinconia
che truccava lo sguardo.
Debbo farmi perdonare
l’ansia dei pensieri ricorrenti,
quel misto di pura
scivolato sulle spalle,
quei brividi di freddo
che ricoprivano i capelli
come polvere di stelle.
Debbo farmi perdonare
la bontà del cuore.
l’anima scivolata in un tiretto,
la bellezza mai smunta
che affrontava salite e
irti percorsi di esistenza.
Il fascino senza tempo
scavato dalla pena e
dal sacrificio di giorni spenti.
Debbo farmi perdonare
lo sbaglio di averti amato,
di aver confuso le sberle
con le carezze,
di averti sempre scusato
quando eri nervoso, isterico,
impazzito.
Debbo farmi perdonare
di averti desiderato,
nonostante il male,
gli improperi, i calci in strada.
Debbo farmi perdonare
questa tenerezza materna,
la voglia di essere donna
a un passo dal delirio.
Quel comprenderti e
scusarti in vista
di un ravvedimento,
senza mai capire
che sino alla fine della vita
avresti abusato e ucciso
la mia ingenua sofferenza!