DC’s Legends of Tomorrow 2×01 “Out of Time ” – Recensione

0
1171

 

E finalmente tornano anche le nostre fantastiche Leggende. Ebbene sì,  Legend of Tomorrow fa un ingresso con il botto e questa season premier è davvero straordinariamente meravigliosa.

Ci erano mancati, ammettiamolo, e dopo l’addio o forse solo un arrivederci di Capitan Cold ( Leonard Snart) che ci ha lasciato l’amaro in bocca e contemporaneamente  ci ha rotto il cuore abbiamo avuto un nuovo ingresso: Rex Tyler.

Stiamo ancora cercando di rimettere insieme i cocci per la fine della prima stagione, ma dobbiamo fare in fretta perché con la seconda stagione abbiamo un salto temporale di 6 mesi e quando questo avviene ci chiediamo che fine hanno fatto tutti. Dove si trovano ora le nostre leggende? Ma sembra che qualcuno l’abbia notato e chiede aiuto a chi se non a Oliver Queen alias Green Arrow?

 

capture-20161016-160836-crop-vert

 

La cosa non viene ben accolta da quest’ultimo, tanto che dei cinque minuti che gli aveva concesso arrivati a 4 minuti stava per mandarlo via, ma non appena quest’uomo misterioso che si identifica come Nate Heywood, professore di storia rivelare di conoscere la sua vera identità riceve tutta la sua attenzione.  Amo che gli autori di queste quattro (Supergirl, Arrow, The flash e Legends of Tomorrow) giocano con i loro personaggi facendoli incontrare e se potrebbe essere un po’ confusionario, dall’altra parte non possiamo negare che la vista di Oliver Queen chiarisce ogni cosa, o almeno la mia.

Ma tornando seri. Nate rivela a Oliver che le Leggende sono nei guai, che nella linea temporale si è accorto di alcuni piccoli cambiamenti e che quindi tocca a loro salvarli o quanto meno cercare qualcuno che può farlo. L’unica cosa che mi chiedo e come sia possibile questo? Hanno sempre detto che nessuno può accorgersi di questi cambiamenti se non Flash eppure lui c’è riuscito, questo mi fa storcere un po’ il naso, ma dato che la visione ci viene posta da un bel faccino come Nate sorvoliamo.

maxresdefault

I due vanno alla Waverider che troviamo cambiata e salvano Mick dal lungo sonno, l’unico supersiste del team e grazie a lui vanno a ritroso nei mesi per scoprire cosa è realmente successo almeno fino a quando Mick ne ha memoria. L’incontro tra Oliver e Mick è stato davvero bello e ammetto che mi ha fatto ridere, ma dopotutto ognuno conosce l’identità dell’altro e, se non di persona anche solo per sentito dire e quindi meglio andarci con calma.

 

capture-20161016-162011-crop

 

E mentre sono seduti a bere una birra Mick racconta a Oliver e Nate i vari viaggi che hanno fatto per sistemare le anomalie nella storia, fino a quando racconta l’avvertimento che Rex Tyler, uno della JSA aveva fatto loro,ovvero che non si sarebbero dovuti avvicinare al 1942 perché qualora lo avessero fatto quella sarebbe stata la loro fine, e loro che fanno? Ricevono il consiglio, ma decidono di ignorarlo quando si accorgono che la storia cambia perchè la bomba atomica è stata sganciata 3 anni prima di quando era previsto nella storia.

Il tutto alla fine ci riporta ad Albert Einstein e con i loro modi molto discutibili salvano lui, ma la storia non è cambiata e allora il fisico confessa che la moglie lo ha aiutato a diventare l’uomo che loro nel presente conoscono, come si dice: “Dietro a un grande uomo c’è sempre una grande donna” e… sì, questo sembra fare proprio a caso loro e così le nostre leggende si ritroveranno a salvare sia lui che la moglie.

Ma chi incontriamo qui? Ecco che troviamo un viso familiare e no, non c’era solo Oliver Queen perché durante la guerra tra le Leggende e i nazisti ecco comparire lui: Damine Darhk.

DC's Legends of Tomorrow --"Out Of Time"-- Image LGN201A_0155.jpg Pictured: Neal McDonough as Damien Darhk -- Photo: Diyah Pera/The CW -- © 2016 The CW Network, LLC. All Rights Reserved.
DC’s Legends of Tomorrow –“Out Of Time”– Image LGN201A_0155.jpg Pictured: Neal McDonough as Damien Darhk — Photo: Diyah Pera/The CW — © 2016 The CW Network, LLC. All Rights Reserved.

E sempre con il suo completo elegante ecco che si prepara ad affrontare le leggende uscendone vittorioso, come sempre, ma cosa nasconderà? Qual è il suo secondo fine? A cosa sta mirando? Queste domande ci frullano nella mente di continuo e poi rimaniamo scioccati dalla contestazione di chi sia il suo alleato.

 

capture-20161016-155645-crop

E se già Darhk non ci sembrava spaventoso e pericolo di suo con la sua unione con Eobard Thewne proveniente direttamente da The flash la cosa inizia a terrorizzarmi e si sente aria di grossi, grossi guai.

  • Sara Lance

Il suo personaggio è il mio preferito della serie, forse perché la conosco da più tempo o perché hanno esplorato tantissime sue qualità e caratteristiche che ogni volta che una nuova parte di lei spunta  me ne innamoro di più, non so perché è la mia preferita ma rimane il fatto che è uno dei personaggi meglio costruiti.

 

capture-20161016-161008-crop

In questa puntata la troviamo nel passato che sta per essere processata per ave sedotto una donna del villaggio, lo ammetto che questa scelta mi è sembrata un po’ discutibile soprattutto per ciò che c’era stato prima….

capture-20161016-162305-crop

Ebbene sì, in un altro tempo troviamo di nuovo Sara sedurre un’altra donna. Ora sappiamo bene tutti che lei è bisessuale, ma non è nemmeno questo il problema. Non ho ben accettato il suo saltare da una donna a un’altra, il suo essere così superficiale, ma dopo ciò che aveva passato chi poteva dargli torto per il suo comportamento? Io no di certo, perché non ci dobbiamo dimenticare che prima ha perso Leonard Snart: un amico, un confidente, l’unico con cui si sia aperta tanto da farsi conoscere, e subito dopo da Gideon ha scoperto la dura realtà: Damien Darhk aveva ucciso sua sorella. E, per quanto i suoi comportamenti sono discutibili ognuno elabora il lutto in modo diverso, ma dietro a questa sua spacconeria si nasconde dell’altro, ovvero il vero motivo: Uccidere Darhk.

ive-been-waiting-a-long-time-for-this-long-timefor-whatto-kill-you

I’ve been waiting a long time for this. 

Long time? For what? 

To kill you.

 

E quando si trova davanti a lui fa di tutto per distruggerlo, ma non ci riesce. E se questa sua rabbia mi ha spaventato perché avevo paura che tornasse la Sara di un tempo ,allo stesso tempo mi ha fatto vedere quanto il suo personaggio sia cresciuto. È vero, ha lasciato il team per cercare e uccidere Darhk, ha messo in pericolo gli amici, ma si è anche tirata indietro quando loro avevano bisogno di lei.

 

  • Sara e Ray Palmer

Se nella scorsa stagione il personaggio di Ray mi era simpatico a momenti in questa puntata ha fatto centro. Ho trovato il suo personaggio cambiato e di gran lunga migliorato.

 

capture-20161016-162053-crop-vert

 

Quest’amicizia ci è stata portata in evidenza adesso, gli hanno dato più spazio e fino adesso ho solo visto pochi momenti insieme, ma mi piacciono e credo che insieme formano un bel team, non di certo come Sara e Snart, ma è almeno un inizio.

E questo apre una piccola parentesi…

capture-20161016-160702-crop

 

Mi aspettavo che o Lei o Mick avrebbe fatto riferimento all’amico che avevano perso, ma silenzio stampa cosa che mi ha lasciato un po’ così, leggermente ferita. Ma dato che per fare la recensione ho rivisto la puntata mi sono accorta di questo parallelismo. Sì, è vero non è stato menzionato Snart, ma in qualche modo lui era presente. Bellissimo questa scelta degli autori e li ammiro ancora di più, perché il suo personaggio proprio come quello di Sara è stato ben costruito. Se la sua uscita di scena mi ha distrutto, ammetto che mi rende felice sapere che in qualche modo rimane sempre nel team.

View post on imgur.com

E ogni amicizia che ha come protagonista la nostra Sara non può non iniziare o essere percorsa da un piccolo brivido di adrenalina. Questa scena mi ha fatto ridere tantissimo e mi ha anche fatta tanto tenerezza. Ray è stato l’unico a capire che Sara nascondesse qualcosa, l’unico a seguirla e fermarla. Il loro sarà un rapporto difficile e dovranno passare tanti di quei momenti duri da mettere a dura prova la loro amicizia, ma possono farcela. Entrambi hanno perso una persona cara, anche più di una e sanno cosa significa soffrire ed essere soli e soprattutto sanno cosa significa volere vendetta.

well-get-justice-for-laurel-sara-i-promise

“We’ll get justice for Laurel, Sara. I promise.” 

 

Ho letteralmente amato questa frase che Ray dice a Sara, non so perché mi abbia colpito tanto, ma è stata una promessa sincera e, anche se forse era quello che lei volesse sentirsi dire… beh, nulla toglie il fatto che lui potrà aiutarla ad avere vendetta e giustizia.

 

  • Rip

 

Rip è uno di quei personaggi che vanno capiti, che ami o odi e che ogni cosa che farà ti sembrerà spesse volte sbagliata. Dopo la missione non appena Mick e Nate riportano tutti a casa si accorgono che Rip non c’è, non si sa nulla di lui e non c’è nessuna anomalia nella storia che possa indicare dove si trovi. Ammetto che la sua uscita di scena pur se era stata avvertita mi ha stroncato, mi ha lasciato senza parole e un grande vuoto dentro. Rip spesse volte si è fatto odiare, ha litigato un po’ con tutti ma il team sapeva che era giusto e credeva nella missione.

 

Ray: Ahhhh I knew we forgot something: The part where Rip tells us everything we did wrong…

 

Questa frase mi ha fatto ridere, perchè anche in un momento comico racchiudeva un pò il carattere di Rip e si collega a quello che dicevo di lui.

capture-20161016-160855-crop

E se quello con Ray non era chiaro ecco che arriva il confronto tra Sara e Rip. Anche questo momento mi ha fatto ridere e seppure lui fosse contrariato non l’ha sgridata come avrebbe dovuto. Rip sapeva in fin dei conti che ognuno di loro stava facendo del suo meglio e che gli errori capitano perché sono umani.

 

La cosa che ho poco apprezzato è stata questa sua uscita un po’ frettolosa, ma se da una parte è stato scelto così,  dall’altra parte ho amato la scelta degli autori di inserire il suo rapporto con Jax e il suo volergli insegnare tutto sul tempo e sulla Waverider . E cosa dire dell’addio tramite messaggio?

 

capture-20161016-161127-crop

Senza parole e con le lacrime agli occhi

 

E se ciò non bastasse ricordo la frase che disse prima: “ You know what they say. A captain must never abandon his ship. Well neither have I abandoned hope of seeing you all again someday, somewhere in time.”

La stessa frase mi lasciò titubante, ma una volta arrivata al finale ho ricollegato le cose e mi ha commosso più di quanto io stessa avrei mai ammesso. Non mi aspettavo un addio così. Scelta di parole davvero azzeccata e anche chi aveva avuto qualche dubbio sul personaggio nel finale si è ricreduto, credo come abbiamo fatto un po’ tutti.

 

  • Rex Tyler e la Justice Society of America

 

E proprio parlando di finale vediamo il nostro team di Leggende unito scontrarsi con un altro gruppo campeggiato da Rex Tyler.

 

capture-20161016-162332-crop-vert

E la domanda sorge spontanea che succederà adesso senza Rip? Riusciranno i due team ad andare d’accordo?

 

Ammettiamolo, l’entrata di scena di questi nuovi personaggi non fa altro che arricchire ancora di più la trama e tenerci sulle spine, portando le nostre menti a cercare qualche appiglio per scoprire le sorti delle nostre amate leggende.

 

Vi lascio guastarvi il promo della prossima puntata tradotto da “Subtitles On Demand”  che ci porta altre domande e una voglia matta di rivederli all’azione.

 

 

Note:

Tutte le foto presenti in questo articoli non mi appartengono, ma provengono da diversi blog quali:

– rememberedaslegends.tumblr.

– captaincanarys.tumblr.

– lotsource.tumblr.com

– dailyflarrowgifs.tumblr

 

Katya Ferrante

CONDIVIDI
Articolo precedenteCanto alla vita di Monica Pasero
Articolo successivoPiove
Katya Ferrante
Katya è una ragazza semplice, siciliana e di 24 anni che ha tanti sogni e che spera un giorno di riuscire a realizzarne almeno qualcuno. Sogna l’amore -quello vero- come nei film dove tutto è possibile e forse anche un po’ ingenuamente crede ancora nel principe azzurro. Vive di libri, musica, film e serie tv. I libri perché l’hanno cresciuta e sono il suo posto sicuro dove cerca conforto ogni qualvolta ne ha bisogno. Non ama i generi gialli e thriller, legge pochi classici, ma in compenso ama tantissimo i romanzi rosa, le storie d’amore e il fantasy e la stessa cosa vale per i film. Per quanto riguarda la musica non ha un genere preferito, ma a due sue rocce: Laura Pausini e Lea Michele, ascolta le sue canzone fino allo svenimento, cosa che l’hanno aiutata a superare vari momenti della sua vita. Il suo sogno più grande sarebbe quello di diventare una scrittrice e di viaggiare, in particolar modo andare in Australia, Canada e New York. Si considera una cioccolattinomane pur se va in contrasto con ciò che pensa del suo corpo, infatti ne mangia meno di quanto vorrebbe. E, infine non perché meno importante è una telefilm addicted, avete capito bene! Segue tantissime serie tv, forse più di quante ne ha viste concluse e ama passare il suo tempo libero nei misteri, nelle storie d’amore – d’amicizia, nel sovrannaturale e in quei mondi che sono molto lontani dal suo. Ha iniziato il suo periodo da telefilm addice con Streghe, The OC, Gossip Girl, Glee e poi sono arrivati The vampire diaries, The Royasl, Arrow, la saga di Chicago ( Fire- Med- PD), Grey’s Anatomy per giungere a serie italiane come Braccialetti Rossi, Un medico in famiglia, L’onore e il rispetto o straniere spagnole come Velvet, Il principe e altre mille serie che la tengono incollata allo schermo del pc più di quanto dedicata alla sua vita sociale.