Daniele Betella: End of the road bar

0
206

“End of the road bar” di Daniele Batella
Un doppio libro che cattura l’attenzione dal primo istante. Si entra in un bar decadente, trasandato, eppure stranamente accogliente, e si incontra Penny, una misteriosa barista trentenne di bell’aspetto. Si beve un cocktail che arriva subito al cervello, e si accede alla scrittura di Daniele Batella. Un incipit ben fatto, accattivante, di grande impatto, quanto basta per proseguire la lettura con avidità.

La vera protagonista di questo romanzo è il titolo, quindi il luogo, “End of the road bar”, il bar che accoglie sette personaggi molto diversi tra loro. L’ambientazione è cupa con una luce che squarcia l’oscurità grazie allo stile diretto e deciso di Batella che con questo esordio sorprende e mostra tutto il suo talento letterario.
Hiroe, Elizabeth e Lana, Sean e David sono figure ben disegnate che con le loro storie intrecciano le proprie emozioni come un falò di candele e diventano palpabili. La forza di questo romanzo è senza dubbio la narrazione azzeccata e precisa che non delude mai, nemmeno per un istante.

Risalta la grande consapevolezza della descrizione dei dettagli con cui lo scrittore galoppa per le oltre duecento pagine collegando suspense all’atmosfera tetra ove nulla avviene a caso.

Quale sarà il destino dei protagonisti e cosa c’entra la bella barista con loro? Lo svelerà la lettura di questo thriller, simile al “7 sconosciuti a El Royale”, ma autentico per la forza narrativa in cui le storie si intrecciano con l’alcool e segreti mai confessati.

“E assicurandosi infine che lui la guardasse negli occhi mentre non solo non piangeva, ma vendicava in un solo attimo tutti i torti subiti, affondò le schegge affilate di vetro nel collo nudo
del sergente, strappandolo alla sua miserabile vita.”

“End of the road bar” è un romanzo di tensione, un ritratto di storie tormentate al crocevia della propria esistenza che suscitano tanto interesse. Una scommessa vinta da Daniele Batella di raccontare con le cadenze implacabili del thriller vite intriganti in un mondo tetro, maledettamente affasciante.

Maggie van der Toorn