Dalì’s game#2

0
1006

Le prime opere lo portano spesso al mare,sulle coste catalane,mare che compare sempre sullo sfondo..ed ecco qualcosa di impensabile..la sua ossessione..o meglio, una delle sue ossessioni, cioè l’Angelus, di Jean Francois Millet, dipinto nel 1859 che viene da lui ridipinto in diverse salse, come in Reminiscenza archeologica(qui sopra).

Faceva una passeggiata nel nord della Catalogna, sul mare, per la precisione a Capo Creus, e qui, in un luogo ricco di storia geologica immagino’ di intagliare nella roccia le due immagini dell’Angelus, immagini pero’ erose dal tempo e quindi antiche come le rocce..Un altra genialata di Salvador..inimitabile nelle sue manie, ossessioni e nella capacità di farne un’opera d’arte..

L.D.