Costumi da bagno: l’evoluzione nei secoli

0
632

Il 900 è stato scenario di grandi cambiamenti e rivoluzioni circa il modo di vivere e di pensare; la tecnologia, le scoperte scientifiche, l’astronomia, la ricerca in campo medico hanno fatto passi da gigante. Ovviamente anche per la moda ci sono stati cambiamenti importanti, come per il costume da bagno, la cui trasformazione ha sottolineato anche la sempre più ampia libertà della donna di esprimere se stessa.
Se dobbiamo raccontarvi la storia di questo fantastico indumento, dobbiamo partire però dai tempi dei romani: in Sicilia, infatti, è stato trovato un mosaico che ritrae donne giocare con due pezzi che ricordano il modernissimo bikini a fascia. Sarà stato questo lì abbigliamento sportivo indossato allora?

Nell’antichità sono importanti le terme e le abluzioni, ma non è ancora diffusa la pratica piacevole e oziosa di restarsene in spiaggia tutto il giorno a prendere il sole o di fare lunghi bagni. Fino al 400 ci si immerge senza vestiti o generalmente con degli abiti composti da gonna e corpetti con spalline. Per non bagnare i capelli le donne si servivano di un turbante.
Alla fine del 700 in Francia si diffonde la moda invece dei bagni, in mare, nei fiumi, nei laghi ed è in questo periodo storico che i ricchi sovrani si spostano sulle coste francesi o scendono fino alla penisola italica per trascorrere periodi vacanzieri al mare, approfittando del piacevole clima mediterraneo. Allora viene creato un abito con corpetto e calzoni, in tela, coperto da una grande gonna.


Nell’800 poi è la volta di grandi mantelli chiusi fino al collo. Quando si esce dal mare di solito si sta in spiaggia con abiti leggeri da città, con tanto di guanti e parasole per evitare la tintarella, caratteristica invece delle classi inferiori e della schiavitù, che lavorando sempre nei campi, sono maggiormente esposti al sole.
Le classi più agiate non amano prendere il sole, ma per scopi terapeutici e sotto consiglio medico, nella seconda metà dell’Ottocento iniziano ad esporsi ai suoi raggi per le sue azioni benefiche. Il costume allora è composto da pantaloni larghi, al polpaccio, coperti da un abito lungo fino al ginocchio, stretto in vita e dalla gonna ampia. Una cuffietta copre il capo. Dopo il bagno si indossa subito un accappatoio per coprirsi dagli sguardi indiscreti.
Alla fine dello stesso secolo gli abiti si accorciano leggermente e le sopravvesti riducono il loro volume. I completini si arricchiscono di nastrini, il tessuto più in voga è la flanella. Presto compaiono le magliette bianche e blu, per riprendere i motivi della moda marinara con vari fronzoli come: le maniche a sbuffo, bustini, gonnellini a campana, pantaloni alla zuava aderenti, le scarpe da mare diventano più leggere e in testa al posto di cuffiette, subentrano foulards impermeabili.


Nel 900 diventa una cosa abituale soggiornare al mare e nascono i primi stabilimenti balneari, i costumi sono interi e fanno la prima comparsa dei pagliaccetti aderenti. La stoffa prediletta è la lana, perché non è trasparente come il cotone, una volta bagnata, e i colori scelti sono il rosso, il nero, il blu e il bianco.
L’abbronzatura da condannata diventa ricercata e i costumi sono meno castigati, segno di una maggiore libertà per le donne. Negli anni Venti del 900 infatti, il costume è composto da gonnelline corte in taffetas oppure si presenta in forma di costume atletico in jersey di lana, sfiancato e aderente, senza maniche, abbinati a shorts e coulottes.
Grandi sarti iniziano a disegnare i loro costumi in seta e tessuti più pregiati, per realizzare modelli semplici ma eleganti.


Grazie alle nuove scoperte circa i benefici dell’esposizione al sole, vengono ideati costumi più scollati per permetterne quindi una migliore e omogenea tintarella. La stoffa si assottiglia, preferendo il jersey, si diffonde la moda del pareo. La moda impone presto la seta elasticizzata con cui creare pantaloncini legati in vita e finalmente reggiseni da spiaggia. Le fantasie ben presto diventano colorate e fiorite, non è più tempo della tinta unita.
Nel 1946 abbiamo un grande cambiamento ad opera dello stilista svizzero Louis Reard, che aiutato dal sarto francese Jacques Heim, fa realizzare il bikini. La mutandina sgambata e l’ombelico al vento creano nell’opinione pubblica un forte choc, che fanno desistere le donne per anni prima di indossarne uno.


Spesso infatti qualcuna più coraggiosa viene punita dalle forze dell’ordine per oltraggio al pudore!
Negli anni Cinquanta si prediligono costumi interi e fascianti, con scollature a cuore, sostenuti da stecche. I tessuti sono rasatello e popeline. Come sopravveste si portano camicioni coordinati con sandali di paglia o pelle.

Gli anni Sessanta sono gli anni di Brigitte Bardot che, a Saint Tropez, lancia la moda del bikini con fantasie quadrettini. La nuova moda, infatti, prevede reggiseni imbottiti, slip allacciati sui fianchi con ricami fatti di perline, tessuti a uncinetto. Il materiale che si predilige è la lycra che aderisce al corpo e asciuga velocemente. Negli anni Settanta è la volta dei costumi ridotti, dei reggiseni a triangolo senza imbottitura. Arriva ben presto la moda del topless …fino ai nostri giorni dove la moda dei costumi da bagno è un mix dei modelli precedenti rivisitati e modernizzati: dal tringolo alla scollatura a cuore, dal bikini al costume intero, passando per il pezzo unico olimpionico e sportivo.


Guida su come scegliere il costume più adatto al tuo fisico!
Fisico ad “H”:
Sei magra, hai il vitino da vespa e le spalle della stessa larghezza dei fianchi? Scegli un bikini due pezzi a triangolo che legato dietro il collo valorizza le spalle, riequilibrando la forma rettangolare del corpo. Lo slip coi laccetti è da prediligere in quanto valorizza le gambe magre.

Se sei curvy e hai il girovita largo, invece, opta per un costume intero, a balconcino, di colore opaco. Infatti il costume a un pezzo nasconde la pancia
Da evitare in entrambi i casi, quindi in generale, per tutte le donne con fisico ad “H” le scollature quadrate e i reggiseni a fascia.
Fisico a “ triangolo capovolto”:
Per chi presenta un fisico androgino, con spalle larghe e fianchi stretti , è da prediligere un due pezzi con slip a vita alta, per aumentare il volume dei fianchi e far sembrare le gambe più lunghe, oltre a nascondere un eventuale pancetta.
Per chi ha il seno piccolo è preferibile il reggiseno balconcino con effetto push up. Anche il costume intero con scollatura a V sarebbe perfetto. Da evitare invece gli slip a vita bassa che mettono in risalto le spalle già larghe.
Fisico a “pera”:
Hai fianchi larghi e spalle strette? Devi riportare l’attenzione sul seno, scegliendo un bikini balconcino che lo valorizzi oppure a triangolo per mettere in risalto le spalle. Il costume intero mette in risalto il girovita accorciando le gambe mentre gli slip a vita alta evidenziano cosce e fianchi. Preferibile perciò lo slip a vita bassa con laccetti.
Fisico a “8”:
sei molto fortunata: hai spalle e fianchi della stessa dimensione e vitino da vespa e sei ben proporzionata. Hai forme generose mantenendo il punto vita. Che dire? Ti staranno bene tantissimi modelli! Ricorda solo che il costume intero appiattisce le forme e ti può far apparire più rotondetta.
se sei bella formosa evita gli slip con laccetti, che creano l’effetto “insaccato”.
Per chi ha la pancia:
se la pancia rappresenta il tuo problema in spiaggia, puoi optare per un bikini anni Cinquanta con slip a vita alta.
La novità degli ultimi anni è un Tankini, un bikini con la parte superiore a canottiera, pensato proprio per chi non ha un ventre tonico.
I costumi da bagno Decathlon coniugano la moda del momento al confort e si adattano al corpo, fornendo sostegno e comodità. Eleganti e sportivi, pratici e colorati soddisfano l’esigenza della donna che non vuole passare inosservata, vuole mettere in risalto le sue curve e la sua femminilità, senza rinunciare a materiali resistenti, velocemente asciugabili ed elastici.
I costumi della Decathlon, infatti, oltre ad essere realizzati con materie di prima qualità, sono pensati soprattutto per le donne dinamiche e sportive dei nostri tempi, e perciò utilizzabili sia in spiaggia sia in piscina per lunghe nuotate, proprio perché si prestano ad un uso principalmente sportivo. Preziosi alleati non stressano, grazie alla loro elasticità, molti di essi sono facilmente regolabili mentre altri presentano ferretti e imbottiture amovibili. Multicolor o a fondo unico, due pezzi o intero, sono i più apprezzati del momento, perché semplici, minimal, lineari e molto pratici da indossare e togliere.

ONSEGNA A DOMICILIO STANDARD GRATUITA OLTRE I 40€ DI SPESA – CONSEGNA A DOMICILIO A PARTIRE DA 3.99 €
CONSEGNA A DOMICILIO GRATUITA OLTRE I 40 EURO DI SPESA
CONSEGNE A PARTIRE DA 3.99 EURO.
ABBIAMO PENSATO PER VOI UNA TOP 10 DEI PEZZI PIÙ INTERESSATI !
COSTUME BIKINI DONNA REBEL FASCIA + SLIP
Profilo Costume due pezzi dalla linea giovane che si adatta facilmente al proprio corpo.
Comfort di utilizzo Le coppe amovibili valorizzano il seno.
Rapidità di asciugatura Il materiale, a base di polimero, consente una rapida asciugatura.
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire il massimo comfort e tenuta in acqua per ogni donna.

COSTUME INTERO DONNA KAIPEARL BLU

Facile da indossare / togliere Dorso a U per poterlo indossare facilmente.
Profilo Componente modellante che combina comfort e sostegno.
Copertura Sgambatura media, non troppo sgambata, per favorire la libertà di movimento.
Resistente al cloro Oltre 100 ore di utilizzo: raccomandato per l’uso occasionale.



Decathlon

COSTUME TRIANGOLO JAZZ

Questo costume a triangolo con coulisse e imbottiture amovibili copre in base alle proprie esigenze, è regolabile all’altezza di schiena e collo ed è dotato di finiture elasticizzate.
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire avvolgimento su onde piccole.
Rapidità di asciugatura La struttura a base di polimero consente un’asciugatura rapida.

COSTUME BIKINI DONNA GIPSY TRIANGOLO + SLIP


Profilo Costume due pezzi dalla linea giovane che si adatta facilmente al proprio corpo.
Comfort di utilizzo Il triangolo con coppe amovibili valorizza le curve naturali del seno.
Rapidità di asciugatura Il materiale, a base di polimero, consente una rapida asciugatura.
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire il massimo comfort e tenuta in acqua per ogni donna.

COSTUME FASCIA CON FERRETTI DONNA BALI


Questa fascia con ferretti e imbottiture fisse è provvisto di dorso largo regolabile per offrire un avvolgimento ottimo pur lasciando libertà di movimento alle spalle.
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire avvolgimento su onde piccole.
Sostegno del seno Sostegno ottimale, specifico per taglie Medium e Large.
Profilo Delinea le forme del seno grazie ai ferretti.
Rapidità di asciugatura La struttura a base di polimero favorisce un’asciugatura rapida.

COSTUME FASCIA DONNA


Questo costume a fascia con imbottiture fisse libera e valorizza le spalle, è regolabile all’altezza di schiena e collo e offre un leggero sostegno.
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire avvolgimento su onde piccole.
Profilo Valorizza il seno grazie all’imbottitura fissa.
Rapidità di asciugatura La struttura a base di polimero consente un’asciugatura rapida.

COSTUME SLIP LACCETTI FINI DONNA ORIGAMI


Questo costume da bagno donna sgambato con laccetti laterali è completamente rivestito e slancia la gamba valorizzando i glutei. I laccetti fini garantiscono l’avvolgimento tra le onde
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire avvolgimento su onde piccole.
Sostegno Semplice da regolare e da stringere grazie ai laccetti.
Copertura Poco coprente. Sgambatura molto evidente.

COSTUME SLIP BRASILIANO DONNA


Questo costume slip, della collezione brasiliana, è super sgambato con grandi fasce elasticizzate sui fianchi, libera i glutei slanciando visivamente la gamba. Rimane in posizione tra le onde.
Tenuta nell’acqua Bordi elastici rinforzati più avvolgenti.
Copertura Taglio brasiliano che libera i glutei.
Rapidità di asciugatura La struttura a base di polimero favorisce un’asciugatura rapida.

COSTUME INTERO SCOLLO A V DONNA RIMA


Questo costume donna intero, con scollo a V valorizza il seno; dotato di imbottiture amovibili e dorso a U per infilarlo facilmente.
Tenuta nell’acqua Design studiato per offrire avvolgimento su onde sotto il metro.
Copertura Lo scollo a V profondo valorizza le forme. Dorso coprente a U.
Sostegno del seno Taglio sottoseno per garantire un sostegno leggero.
Profilo Imbottiture amovibili sottoseno che garantiscono una linea perfetta.

COSTUME INTERO DONNA SPECTRUM MULTICOLORE


Un costume molto resistente al cloro, con taglio svasato per un’ampia libertà di movimento.
Libertà di movimento Dorso a X e spalline sottili per un grande comfort durante l’attività.
Resistente al cloro Costume con ottima resistenza al cloro: Tecnologia Endurance+.
Copertura Sgambatura alta, non troppo svasata, per una buona libertà di movimento.



Decathlon