Correre meno

0
651
 A 40 anni suonati una cosa l’ho capita: Correre troppo non porta da nessuna parte. Ci sono arrivato, meglio tardi che mai. Non sto parlando di jogging ovviamente, ma mi riferisco alla gestione delle giornate.
Efficienza, risultati, benessere, qualità della vita, gestione dei problemi quotidiani di ogni tipo, si risolvono meglio senza fretta.
Non è sempre semplice una cosa del genere, spesso l’ansia, gli appuntamenti presi male (troppo ravvicinati) e altre situazioni quotidiane portano ad accelerare oltremodo e così si mangia in fretta, si guida in fretta, si firma un documento in fretta, si esce di casa di corsa, si dorme persino di corsa. I risultati sono migliori? Assolutamente no.
Facendo tutto di corsa lo si fa male, si mangia male, si parla male, si lavora male e, se si esagera, poi si sta pure male. Sia chiaro che qui nessuno parla di diventare dei bradipi o di muoversi con flemma quasi “messicana”, pero’ imparando a conoscersi, si capisce quali sono i propri ritmi tollerabili e di conseguenza si organizza la propria giornata nel modo migliore per se stessi.
I risultati saranno migliori, gli altri ti apprezzeranno di più perché tu risulterai più rilassato/a, la lucidità, la respirazione saranno migliori, la digestione pure se non mangi alla velocità della luce.
Sicuramente se tutti attuassero questi piccoli accorgimenti si vivrebbe tutti meglio
Occorre tempo, ma la cosa è alla portata di tutti.
Dati Lorenzo
SMALL THINGS GREAT EMOTIONS