Controllo

0
417

Controllo

Il controllo è ormai totale,

non resto a guardare il mondo che cade,

lo prendo per mano e non mi aspetto nulla.

Nulla.

Se lascio scorrere attimi, emozioni, il respiro si apre in una ventata di serenità.

Non ne vale la pena, no. Lascio che il mondo si perda in sterili conciliabi sul nulla.

Mi fermo a guardare il sole, mi faccio scaldare dai suoi raggi mentre un filo di vento mi accarezza, piano.

Cerco empatia negli  altri corpi, affetti. Li prendo. Li dò.

Se un giorno declinerò lo faro senza pensieri, sentendo pace e armonia.

Sarò impassibile e sarà l’unica mia forza.

Chi potrà, capirà.

Sarà un bel volare tra stelle vive e accese.

Sono sicuro che ci capiremo.

L.D.