Come note di sottofondo

0
120

COME NOTE DI SOTTOFONDO

Ho bisogno di respirare
le tue pronunciate parole,
ora chiuse nel guscio
delle afone negazioni.

Ho bisogno di ascoltare
la tua voce calda,
come note di sottofondo,
che annaffiano
i miei palpiti in attesa
e sciolgono quei baci,
sigillati nel vuoto lasciato
dal tuo insensato silenzio.

Ho bisogno che tu spezzi
questo muro che domina
sui confusi intenti
ed innalza pareti
di errate convinzioni.

Perchè non mi cerchi amore
con gesti leggibili
sulle facciate già imbrattate
dal mio disordine di idee?

Ho già pronte le valigie
per partire con te
verso quel sogno,
che abbiamo costruito
ad occhi aperti
e, scalza di pudore,
ti seguirò.

Intanto, resto in attesa
di specchiarmi
nelle stanze segrete
delle proiettate intese.

Anna Cappella