Come isola

0
895

“Come isola’

Poesia di Maria Rosa Oneto 

Come isola risorta galleggio,
spingendo al largo brume d’acqua incolta, semi caduti da cieli tempestosi e cupi;
frasche accanite di vento rubato in alto dove il ghiaccio stende specchi e si contempla.
Come isola risorta porto in giro i fasti della natura. Son cornucopia di primavera, che abbraccia il silenzio, il ruscello impietoso che incide la pietra, il focherello giocoso che di stelle s’illude.
Come isola risorta aspetto ali impavide, grondanti amore, sicure, per affrontare il periglio di nuovi orizzonti dove tornare a sperare.