Ci vuole coraggio nella vita e tanto tanto cu…

0
265

Carola è una giovane donna di Torino che all’improvviso si ritrova con il cuore, il futuro e i sogni infranti. Costretta a fare i conti con la scomparsa prematura del suo Alessandro, giunge a un bivio: sprofondare nel dolore o prendere la vita di petto e viverla a pieno, con coraggio, resilienza e ironia?

Ci vuole coraggio nella vita e tanto, tantissimo cu… è il romanzo d’esordio di C.C.C. Dezani. Una storia che prende spunto dal vissuto personale dell’autrice che, proprio come Carola, affronta la vita con ironia e sarcasmo, senza rimandare a domani ciò che si può fare oggi, in quanto non si sa mai cosa il futuro possa riservarti.

Un romanzo divertente, con una protagonista autoironica e coraggiosa, coinvolta in rocambolesche e tragicomiche avventure. Un chick-lit in cui non mancheranno le risate, ma che racchiude e racconta anche tanta saggezza e profondità. Una storia che parla di vita, pur affrontando un evento tragico e doloroso come il lutto. Perché, come cita il titolo, per vivere ci vuole coraggio, ma anche tanto “cu”: cuore, cucina, cuccagna, cuccioli e… cu*o! Inoltre, a guidare il lettore, ci sarà un indice emozionale: all’inizio di ogni capitolo, infatti, saranno presenti delle emoticon per indicare l’intensità delle emozioni raccontate nelle pagine successive.

“A prima vista potrebbe sembrare leggero e irriverente, ma in realtà contiene grandi e sentite riflessioni sul valore della vita e dell’amore. Forse non tutti lo capiranno, mi rendo conto che fare autoironia su temi come la morte, sia come camminare sulle uova” racconta l’autrice torinese, C.C.C. Dezani. “Ma se farò ridere e piangere insieme a me, anche solo una persona che si è trovata nelle stesse situazioni, il mio scopo sarà raggiunto. Mi piacerebbe trasmettere con grande empatia, tutta la carica e la positività per vivere la vita gustandone ogni boccone, compresi quelli più amari”.

Estratti dal testo

Tra il baratro del lasciarmi morire e il limbo del sopravvivere, decisi invece che avrei provato a vivere. Avrei vissuto anche per lui, quindi avrei cercato di farlo al meglio, anzi, alla grande!

***

La mia è una storia di tanti bicchieri mezzi pieni che messi tutti insieme fanno una bella cantina di ricordi, di sbronze senza ritegno e di ponderate degustazioni, di brindisi accorati e di ciucche consolatorie. Insomma: io i miei calici li ho bevuti tutti e me li sono gustati, fino all’ultima goccia! Anche quando erano un po’ amari.

La trama di Ci vuole coraggio nella vita e tanto, tantissimo cu…

L’avvoltoio, il crocerossino, l’uomo che non deve chiedere mai, l’eterno Peter Pan… dopo la morte di Alessandro, l’ineguagliabile Principe Azzurro, molti sono gli uomini che cercano di farsi spazio nell’impegnatissima vita di Carola e nel suo blindatissimo cuore. Trentenne, una vita davanti, ma più nessun progetto per il futuro. Carola vede crollare sotto il peso della tragedia tutti i suoi sogni ma, ispirata da una lettera di Alessandro che la esorta sempre e comunque a vivere, raccoglie tutto il suo coraggio per buttarsi nel mondo con la fame di chi, perso l’amore, ha bisogno di nutrirsi con altre emozioni. Forte della presenza di lui che sente viva dentro di sé, Carola si riempie la vita in modo frenetico, quasi bulimico, buttandosi nelle più rocambolesche e tragicomiche avventure, per dare un nuovo senso alla sua esistenza di donna e per ritrovare un equilibrio tra “mancanza” e “presenza”, tra “vuoto” e “pieno”, tra “con” e “senza”, tra lacrime incontrollabili e risate incontenibili. Viaggi in sperduti luoghi esotici, balli appassionati per ritrovare il calore di un abbraccio, lunghe meditazioni yoga davanti ai tramonti, sport estremi in cui rischia l’osso del collo, spy games in cui s’improvvisa 007 in gonnella e un disastroso catalogo di dating online, la portano a incontrare tanti uomini sbagliati… o forse anche qualcuno giusto ma nel momento sbagliato. Si può dire addio alla propria anima gemella?

Chi è C.C.C. Dezani

C.C.C. Dezani frizzante quarantenne e torinese d.o.c., ma cittadina del mondo. Adora viaggiare, fare yoga, la cucina stellata e il suo bulldog inglese. Si diletta con l’improvvisazione teatrale ed è un’appassionata tanghera. Ha scritto questo suo libro d’esordio per la voglia di sviscerare le contrastanti emozioni derivate dall’elaborazione di un lutto non facile da accettare, ma che le ha permesso di capire che la vita va sempre vissuta in ogni suo attimo con fame, curiosità, capacità di mutamento e molta autoironia, senza rimandare la felicità a un domani che potrebbe non arrivare mai.

Segui l’autrice su:

Pagina Instagram

Pagina Facebook

Il libro

Titolo: Ci vuole coraggio nella vita e tanto, tantissimo cu…
Autrice: C.C.C. Dezani
Genere: chick-lit
Collana: Mondo
Pagine: 192
Prezzo: € 15,00

In libreria e negli store online dal 6 maggio 2021

Intervista completa a C.C.C. DezaniChi? Come? Cosa? Dove? Quando? Perché?

CHI?

Chi sono io? “Io sono la somma di tutti quelli che, incrociando il mio cammino, hanno lasciato un segno”. Dunque, premettendo che comincio ad avere grosse crisi d’identità, non so se a questo punto, vi dovrei parlare della balenga che ha avuto la malsana idea di aprire il blog ♀️ (che è un ciuccia tempo ed energie incredibile!), dell’autorevole e serissssima autrice o della controversa e poliedrica protagonista di questo libro in prossima uscita ♀️ Qualcuno però ve lo devo presentare perché sennò, sotto il “CHI”, cosa scrivo? E allora vi presenterò Carola ✨✨

Carola è la protagonista del mio romanzo. Ma Carola è anche un “modus vivendi” e ci farà da Cicerone di questa storia fatta di cuori, cuccioli, cucina, cu*o, cuccagna e curiosità. 

Pian piano, cercherà di entrare nelle vostre emozioni aprendovi alle sue, e mostrandovi cosa c’è dietro a una donna che, con un grande dolore nel cuore, ha cercato comunque di conquistarsi la felicità.

COME? 

Sul “come” vi svelerò una piccola curiosità balenga. La prima stesura di questo libro è stata scritta tutta sulle note del mio cellulare! Non è un incitamento all’imitazione: DON’T DO THIS AT HOME!!! ♀️ Se non volete fare la felicità del vostro ottico Io ci ho perso qualche diottria (o forse sarà che gli anni passano anche per me?!?) ma l’avere sempre “lo strumento” a portata di dita, ha aiutato la mia ispirazione, a dar vita alle parole, man mano che mi si concretizzavano nella mente

E poi sono un po’ così ♀️ per le cose estreme, per la vita vissuta pericolosamente, per il “famolo strano”

COSA?

Abbiamo tante emozioni e una valanga di sentimenti (spesso  mal gestiti!) in una lettura d’intrattenimento che sarà una via di mezzo tra l’ironico e divertente chick-lit, e un più riflessivo romanzo di formazione, con qualche perla di saggezza da mettervi in saccoccia e portare a casa per i momenti bui⛅️ Niente d’impegnativo eh, la letteratura la lasciamo a chi è capace di scrivere in modo serio, io spero solo di farvi passare qualche piacevole ora di svago, facendovi immergere dentro a una bella storia, che porta con sé un po’ di luce.  

DOVE?

Torino-Resto del mondo andata e ritorno!

Io e Carola viviamo nella splendida e magica Torino, città che amiamo visceralmente e che non cambieremmo con nessuna capitale del globo. L’ambientazione del libro sarà quindi, principalmente, il bel Piemonte ⛷♀️ con i suoi dolci colli e i suoi romantici laghi, i suoi vini d’eccellenza e le sue mille prelibatezze.

Ma siamo anche due inguaribili giramondo , amanti dei viaggi ✈️ , delle nuove esperienze ♀️e delle nuove avventure ♀️ 

Di conseguenza non mancheranno anche panorami più esotici di cui, COVID permettendo, speriamo di poter tornare presto a godere.

QUANDO?

“Se non ora, quando?” diceva il rabbino Hilliel nel Talmud. Il tempo è un bene prezioso e non va sprecato, mai. E allora: adesso! Perché quando mi ricapiterà più di avere tutto questo tempo a disposizione? La terribile pandemia che ci ha colpiti ha portato con sé tante cose brutte ma, a mio avviso, anche alcuni doni che per me sono stati: l’elogio della lentezza e nuove consapevolezze. Io che ho sempre corso per arricchire la mia vita con mille attività, mi sono improvvisamente trovata senza la possibilità di fare nulla… e mi è piaciuto! Questo non vuol dire che durante il lockdown io mi sia buttata sul divano a guardare serie tv, ma ho avuto il tempo e la tranquillità mentale per riordinare le idee su molte cose che avevo scritto e riposto nei meandri della memoria. La voglia di fare di questo periodo apparentemente negativo, qualcosa di buono, mi ha dato la spinta per intraprendere la strada della condivisione dei miei scritti e dunque della pubblicazione del mio libro.

No, il mio romanzo non è figlio del COVID e non parlerà di lockdown. È nato dentro di me molto prima ma, grazie a questo “tempo ritrovato”, ha trovato la forza e il modo di uscire.

PERCHÉ?

“WHY? MA PECCHÈÈÈ?” si chiedeva Troisi…

Ma come caaaacchio mi è venuto in mente di scrivere un ironico chick-lit che tratta di un tema così delicato come l’elaborazione del lutto?!

Ammetto che non è affatto facile rispondere a questa domanda e più di una volta ho pensato di lasciar perdere . Ma come si dice? “Il Natale quando arriva, arriva” e, ad un certo punto, ho sentito il bisogno di liberare la bella storia che era rimasta intrappolata dentro di me Così è uscito fuori questo romanzo, che a prima vista potrebbe sembrare leggero e irriverente, ma che in realtà contiene grandi e sentite riflessioni sul valore della vita e dell’amore Forse non tutti lo capiranno, mi rendo conto che fare autoironia su temi come questo, è come camminare sulle uova Ma se farò ridere e piangere insieme a me, anche solo una persona che si è trovata nelle stesse situazioni, il mio scopo sarà raggiunto. Questo libro parla di vita! Pur partendo da una tragica e improvvisa morte, vuole trasmettere con grande empatia, tutta la carica e la positività per viverla gustandone ogni boccone, compresi quelli più amari E forse perché, come disse la poetessa statunitense Maya Angelou: “Non c’è agonia più grande che portare una storia non raccontata dentro di sé”.